Montecatini 14 aprile 2017 - Erano appoggiati a una balaustra, quando all’improvviso è ceduta e sono caduti nel vuoto. Quattro ragazzi sono precipitati da tre metri, nella notte tra mercoledì e giovedì, intorno alle 2.30, durante una festa organizzata al Lidò Panteraie, mentre si esibiva il dj Gigi D’Agostino. Per fortuna, dal punto della caduta alla piscina non c’è uno strapiombo, ma la vasca si abbassa dolcemente e l’impatto è stato più contenuto. Solo una di loro ha riportato ferite ed è stata soccorsa dai medici del 118 e dalla Società di Soccorso Pubblico, che hanno provveduto a trasportarla all’ospedale di Pescia.

La ragazza sedicenne ha riportato la rottura di un braccio e la sospetta frattura del coccige.  Al momento dell’incidente al Lidò erano presenti gli agenti di polizia del commissariato di Montecatini, diretto dal vicequestore aggiunto Mara Ferasin. Guidati dalla dirigente, i poliziotti sono andati nel locale per verificare il rispetto della normativa che vieta la somministrazione degli alcolici ai minorenni. Insieme a loro c’erano anche i vigili del fuoco, venuti alle Panteraie per effettuare una serie di verifiche sull’agibilità

Le forze dell’ordine, non appena giunte al Lidò, si sono trovate davanti a un numero altissimo di giovani, circa 1500. La polizia, dopo aver constatato che diversi ragazzi, tutti minorenni, erano ubriachi e si stavano sentendo male all’interno e fuori del locale, ha sorpreso alcuni barman in servizio mentre somministravano loro alcolici, contro i divieti di legge. I giovani clienti del locale, tra l’altro, dovevano essere in possesso di un braccialetto, consegnato all’ingresso, per dimostrare la loro età. La polizia deve ancora fornire il numero definitivo dei barman multati, ma è certo che per loro scatteranno sanzioni da 300 euro ciascuna. I gestori della serata non hanno finora rilasciato dichiarazioni.

Gli agenti del commissariato inoltre sono intervenuti per riportare la calma tra i ragazzi che, dopo aver alzato il gomito, si erano innervositi per la loro presenza. La professionalità degli agenti guidati dal vicequestore Ferasin ha consentito di evitare altri incidenti. I vigili del fuoco intanto hanno accertato numerose violazioni delle norme relative all’agibilità del locale per le quali, nei prossimi giorni, scatteranno altri provvedimenti. 

Dopo il crollo della balaustra, le forze dell’ordine sono intervenute per consentire il miglior svolgimento possibile delle attività di soccorso ed evitare che i presenti si facessero prendere dal panico. Ieri il questore ha emesso un provvedimento di chiusura di 15 giorni per il Lidò, in seguito alle violazioni accertate e all’incidente avvenuto. Gli atti saranno trasmessi anche al Comune di Montecatini che dovrà stabilire se emanare o meno sanzioni accessorie.