Montecatini 11 febbraio 2018 - La Cooperativa Muratori Sterratori e Affini (Cmsa) fa parte del gruppo di imprese che si è aggiudicato l’appalto dei lavori di ampliamento del nuovo ospedale di Cisanello, a Pisa, con una base di gara di 400 milioni di euro. L’intervento prevede anche un’importante operazione di recupero del vecchio Santa Chiara, nel centro storico della città della torre. Lo storico ospedale sarà dismesso e destinato a svolgere nuove funzioni.  La cooperativa, fondata nel 1944 a Montecatini, conferma così il suo ruolo strategico a livello nazionale nel settore delle costruzioni.

Cmsa tra l’altro continua a svolgere anche un ruolo importante nel settore dei restauri. Recentemente a Firenze sono stati inaugurati due interventi che rappresentano un importante biglietto da visita per la Toscana in tutto il mondo. Si tratta delle nuove sale della statuaria e dell’auditorium Vasari nel complesso museale degli Uffizi e della Camera di Commercio. Il restauro del polo museale è senza dubbio un fiore all’occhiello per Cmsa, che ha già completato e consentito la presentazione ufficiale di spazi ampliati come lo scalone di Natalini e le nuove sale espositive.

Sono stati inaugurati anche i saloni del pianterreno, che si affacciano sul celebre porticato, destinati a ospitare statue di grande valore e a essere utilizzati anche come auditorium. La ristrutturazione della Camera di Commercio, sul lungarno Diaz, eseguita da Cmsa, ha restituito a Firenze l’immobile, che si estende su 9mila metri quadrati. Si tratta della prima struttura del genere realizzata in Italia, che il granduca Pietro Leopoldo volle erigere dove, nel medioevo, sorgeva il tiratoio dell’arte della lana, attribuito ad Arnolfo di Cambio. Grazie ai reperti tornati alla luce con gli ultimi lavori, oggi sono visibili l’antico pozzo per la colorazione dei tessuti e la fornace utilizzata per la cottura della lana.