Montecatini 9 aprile 2018 - Dopo le proteste per il caos notturno in centro causato dalle gite scolastiche, il sindaco Giuseppe Bellandi esce allo scoperto – anche se per lui parla l’addetto stampa – affrontando i temi del turismo e della prostituzione nella zona del mercato e non solo. «Questa mattina – informa il Comune – il sindaco ha incontrato le associazioni di albergatori per affrontare i problemi che stanno sorgendo nelle ultime ore e che sono collegati al turismo scolastico e giovanile. Un turismo che non rappresenta solo numeri o statistiche, come qualcuno scrive [’La Nazione’, anche se non citata, ndr], ma una fonte di reddito importante per chi lavora a Montecatini.

 

E’ altrettanto importante ovviamente che le gite portino anche decoro e siano accompagnate nel loro percorso da modi educati, pur trattandosi di turismo giovanile e quindi per sua natura esuberante. Per questo motivo è fondamentale un controllo maggiore da parte delle forze dell’ordine e in questo senso Bellandi ha chiesto e ottenuto che siano aumentate le pattuglie in orari notturni di polizia municipale, polizia di Stato e carabinieri, che si coordineranno tra loro per un servizio più efficiente e incisivo. Un controllo che servirà anche da deterrente per togliere dalla strada le prostitute da alcune zone critiche come l’amministrazione sta del resto già facendo da tempo».

 

«A questo proposito – continua l’addetto stampa – il sindaco Bellandi ha firmato anche un’ordinanza, la numero 122 del 7 aprile, vietando fino al 10 giugno la vendita e somministrazione di alcolici di qualsiasi gradazione (a eccezione del servizio al tavolo e di quello al banco che sia svolto all’interno del pubblico esercizio) nella zona della stazione ferroviaria Centro e strade limitrofe, dalle 22 alle 6, considerato che il consumo e l’abuso di alcool in particolare tra i giovani, risulta essere una consuetudine sempre più praticata con gravi conseguenze sia per la salute che per il comportamento sociale e quindi per la sicurezza e la civile convivenza proprio nelle strade più centrali della città».

 

«Per quanto riguarda gli albergatori – conclude la nota stampa – il sindaco ha chiesto loro questa mattina di sensibilizzare maggiormente gli insegnanti e gli accompagnatori dei giovani al momento del loro arrivo, perché ricordino agli studenti di comportarsi in modo civile e degno della città che li ospita nel periodo del loro soggiorno a Montecatini».