Montecatini 16 marzo 2017 - Domenico Gatto sta per essere nominato nuovo comandante della polizia municipale di Montecatini. L’ex responsabile dei vigili urbani di Altopascio, infatti, è stato individuato come il candidato giusto per la copertura del posto di funzionario di vigilanza, categoria D-1, inserito nell’ambito di una procedura di mobilità. La nomina effettiva a comandante, attraverso il conferimento di una posizione organizzativa, dovrebbe arrivare nel giro di pochi giorni dal suo ingresso in servizio.

Gatto, 51 anni, residente a Montecatini, è figlio di un maresciallo dei carabinieri per molti anni in servizio nella nostra città. La sua carriera è iniziata proprio qui nel 1984, dove ha lavorato per oltre un anno fino al 30 settembre 1985. Dal febbraio 1986 fino a quello del 1987, ha svolto servizio nell’arma dei carabinieri. Poco dopo, è stato assunto come vigile urbano dal comando di Altopascio, dove, dal 1994 al 2010, ha ricoperto il ruolo di vicecomandante. Quindi, fino a novembre del 2016, ha guidato il comando della città del Tau, terminando l’incarico con l’arrivo del nuovo sindaco Sara D’Ambrosio, eletta con il centrosinistra.

Dallo scorso novembre, la guida dei vigili urbani di Altopascio è stata affidata a Daniele Zucconi, per lungi anni in servizio a Montecatini ed ex comandante di Pescia, che aveva trascorso qualche anno in servizio a Firenze. Michela Cupini, per oltre otto anni ai vertici della polizia municipale di Montecatini, ha lasciato l’incarico all’inizio dello scorso dicembre, per guidare i vigili urbani di Marsala. Dopo oltre tre mesi, durante i quali il comando di via del Salsero è stato guidato dal vicecomandante Andrea Ghilardi, ormai prossimo alla pensione, arriva così la nomina del nuovo responsabile del servizio.

Il compito del nuovo comandante dei vigili urbani si annuncia piuttosto impegnativo: in queste ultime settimane la città sta affrontando numerose questioni legate al degrado . La presenza della polizia municipale, senza dubbio, rappresenta une elemento forte per affrontare problemi come l’accattonaggio molesto, i vandalismi contro strutture pubbliche e private e l’abusivismo commerciale. Il Comune, ormai da molto tempo, ha dichiarato di voler spostare la sede del comando di via del Salsero nel complesso ex Lazzi, ma, nel frattempo, i malintenzionati hanno deciso di assaltare l’immobile, portando via i soldi versati attraverso il sistema di pagamento automatico delle multe. Il sistema è stato sostituito con un altro che accetta solo l’utilizzo del bancomat, ma la questione della sicurezza degli uffici, dove sono custoditi atti con dati sensibili, resta aperta.