Montecatini Terme, 8 marzo 20 - Alle prime luci dell’alba di oggi, i militari della Compagnia Carabinieri di Montecatini Terme hanno eseguito quattro misure di custodia cautelare emesse dal Gip del tribunale di Pistoia Maria Elena Mele, di cui tre in carcere e una agli arresti domiciliari, nei confronti di altrettanti cittadini  di nazionalità rumena, tutti domiciliati a Montecatini Terme. I provvedimenti sono stati applicati a  due uomini,  S.R.B., 40enne trasferito al carcere di Pistoia,  e E.C.S. 35enne condotto agli arresti domiciliari, e due donne, F.P., 45enne e V.C. 62enne, entrambe trasferite al carcere di Sollicciano. Due di loro, il 40enne e il quinto componente della banda, al momento non reperito e attivamente ricercato, sono indagati per furto in concorso ai danni della “Incom spa.”, nota azienda di abbigliamento di Pieve a Nievole, dalla quale, la notte del 22 novembre scorso, sono stati rubati  numerosi capi di vestiario per un valore complessivo di  90.000 euro. Nella circostanza gli autori del furto erano penetrati nell’immobile calandosi dal soffitto dopo aver forzato un lucernaio, nascondendo poi i numerosi capi d’abbigliamento in vari bustoni di plastica che erano stati poi accantonati in un fabbricato poco distante dalla stessa Incom.  Le indagini subito avviate dai militari del Norm e coordinate dal PM Claudio Curreli,  hanno permesso dopo alcuni giorni di individuare il magazzino dal quale la merce era stata però già spostata. Ai primi di dicembre  e nel gennaio di quest’anno, gli inquirenti hanno compiuto una serie di perquisizioni domiciliari nei confronti di sei soggetti,  fra i quali vi sono i destinatari delle misure, che hanno consentito di recuperare parte della refurtiva,  (169 capi  per un valore complessivo di 11.000 euro), restituita alla Incom, e chiarire le responsabilità di tutti gli indagati, sia per l’esecuzione materiale del furto, che per la ricettazione della merce che, come spesso avviene in questi casi,  era stata suddivisa in varie partite, per facilitarne la vendita e spedizione, verosimilmente all’estero. All’operazione  di questa mattina, ha partecipato anche un equipaggio del 4° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pisa che ha operato in modalità NVG (visione notturna), fornendo all’operazione un “ombrello protettivo” finalizzato a garantire una maggiore sicurezza agli operatori a terra e scongiurare eventuali fughe dei destinatari delle misure cautelari.