Montecatini 22 dicembre 2017 -  “Il consumo di eroina, a Montecatini e nel resto della Valdinievole, non è mai calato, in questi ultimi anni. L’attività repressiva contro i trafficanti che sta portando avanti la polizia è senza dubbio meritoria e deve continuare in modo incessante, con il pieno sostegno delle istituzioni e dei cittadini”. Fabrizio Fagni, responsabile del Sert per la Valdinievole, analizza la situazione legata al consumo dello stupefacente, alla luce dei numerosi arresti effettuati nell’ultimo anno nel territorio.

Martedì pomeriggio, cinque nigeriani, in possesso di quasi un chilo di eroina, sono stati catturati a Montecatini nel corso di un’operazione che, oltre alle squadre mobili di Pistoia e Prato, ha visto la partecipazione del commissariato diretto dal vicequestore Mara Ferasin. Un copione che va avanti da mesi, con i pusher originari del paese africano sorpresi con enormi quantitativi dello stupefacente, pronto per essere smerciato tra la Valdinievole, Pistoia, Prato e anche Bologna. L’eroina, dopo un periodo di oblio, sembrerebbe ritornata all’apice dei consumi, ma le cose non stanno così.

“In realtà – sottolinea Fagni – l’utilizzo di questa droga non risulta essere mai diminuito, nel corso degli ultimi anni. E’calata in modo sensibile l’età in cui viene iniziato il consumo, questo sì, con sempre più minorenni che finiscono nel vortice della dipendenza. L’iniezione dello stupefacente in vena sta passando di modo e adesso l’eroina viene addirittura fumata”. Il responsabile del Sert spiega come non sia più possibile identificare un tossicodipendente dall’uso di una singola sostanza. “Purtroppo – prosegue - in questo momento va di moda utilizzare anche tre o quattro sostanze diverse in contemporanea. Riguardo all’utilizzo di eroina, è necessario sottolineare come, accanto ai danni che produce la droga, ci siano anche rischi legati alle sostanze utilizzate per tagliare lo stupefacente. Questa droga, purtroppo, è facilmente reperibile e la repressione attuata dalle forze dell’ordine ha il vantaggio di cancellare diversi canali commerciali di facile accesso per i più giovani”.

Fagni esprime preoccupazione anche per il crescente consumo di alcolici, con abusi di vario genere, da parte dei minorenni, anche in Valdinievole. Il direttore del Sert apprezza i controlli effettuati a Montecatini dalla polizia, con provvedimenti di chiusura di sei locali nell’ultimo anno. “La somministrazione ai minorenni – conclude – è vietata dalla legge, ma molti ragazzi hanno facile accesso agli alcolici nei locali, con pesanti ricadute dal punto di vista sociale e sanitario. I controlli delle forze dell’ordine sono essenziali”.