Montecatini, 11 agosto 2017 - Le forze dell'ordine combattono anche su due ruote gli autori di scippi e gli spacciatori di droga nel cuore della città per essere più rapide ed efficaci. Proprio pochi giorni fa, un uomo è stato aggredito da due donne davanti al Palazzo dei Congressi, in viale Amendola. Le malviventi all’improvviso si sono scagliate contro di lui e gli hanno strappato il borsello che aveva con sé, contenente documenti e denaro. Le scippatrici sono fuggite a bordo di una macchina che le aspettava pochi metri più avanti, sparendo nel nulla in pochi attimi.

Episodi di questo genere purtroppo avvengono spesso in modo fulmineo e imprevedibile, ma le forze dell’ordine, già impegnate nell’avvio del Daspo urbano, sono pronte alla sfida. Infatti gli agenti del commissariato di Montecatini, diretto dal vicequestore Mara Ferasin, utilizzano le motociclette per garantire maggiore sicurezza in pineta, piazza del Popolo e alcune aree della città dove le automobili hanno un accesso più difficoltoso.

Alcuni turni del servizio delle volanti, per tutto il resto della stagione estiva e in autunno fino a quando il tempo resterà buono, saranno coperti, a girare, da operatori a bordo di due modelli Guzzi in dotazione alla polizia. Gli agenti saranno affiancati anche da un’autovettura di servizio o da un mezzo civetta che consentirà di svolgere nel migliore dei modi tutte le procedure, come gli arresti. L’impiego delle motociclette sarà previsto in particolari fasce orarie, nelle quali la presenza di cittadini e turisti è maggiore in punti delicati come piazza del Popolo o la pineta.

E’ proprio in situazioni di maggior confusione che spesso ladri e scippatori trovano l’occasione per colpire in modo rapido e implacabile. Ecco quindi che la risposta delle forze dell’ordine deve essere ancora più veloce per stroncare il reato. L’utilizzo delle motociclette inoltre consente di superare con maggiore facilità alcuni ostacoli, come radici affioranti o dissuasori del traffico, operando con maggiore efficacia nonostante i problemi. Le due motociclette saranno utilizzate anche all’interno del piazzale Domenico Giusti, dove sorge l’ingresso principale delle Terme Tettuccio. Gli operatori della polizia “motomontati”, come sono definiti dal linguaggio ufficiale, intervengono in modo efficace per la repressione dei reati predatori, come gli scippi che avvengono all’interno di molte aree verdi o piazze in Italia e il commercio di stupefacenti.

Daniele Bernardini