Montecatini 25 gennaio 2018 - Blitz di polizia e carabinieri all’interno di un circolo di poker sportivo, in viale Foscolo. Gli agenti del commissariato diretto dal vicequestore Mara Ferasin e i militari della compagnia, comandata dal maggiore Enrico Vellucci, martedì sera a sorpresa hanno effettuato una serie di controlli congiunti nel locale, salito agli onori della cronaca in seguito a un recente servizio di «Striscia la Notizia» di Canale 5.  Le verifiche delle forze dell’ordine hanno portato alla luce una serie di irregolarità amministrative che sono state segnalate alle autorità competenti, in attesa delle loro decisioni.

Il servizio realizzato dal tg satirico sul circolo, che fu definito una vera e propria bisca dall’inviata Chiara Squaglia, è stato trasmesso lo scorso dicembre. La trasmissione si è aperta con l’intervista a un presunto testimone dei fatti, ripreso di spalle e non riconoscibile. L’uomo, un frequentatore dell’attività (all’apparenza un’associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro), ha raccontato che la presunta bisca si troverebbe a circa 150 metri dal comando di compagnia dei carabinieri in via Tripoli e sarebbe addirittura frequentata da esponenti delle forze dell’ordine. Il servizio ha trasmesso anche alcune riprese effettuata di nascosto all’interno dell’attività. L’accesso ai vari tavoli dove si gioca a carte costa, per ogni mano, avviene in contanti, tutti da versare alla cassa, in cambio delle fiches. 

Le riprese hanno mostrato un paio di giri avvenuti ai tavoli, con una serie di violazioni legate al Testo unico di pubblica sicurezza (Tulps). Al termine del servizio l’inviata Chiara Squaglia ha espresso l’auspicio che chi di dovere presti maggiore attenzione all’attività in questione. Il servizio di Striscia la Notizia ha così riportato all’onore delle cronache nazionali le vicende legate al gioco d’azzardo a Montecatini, anche se la città, rispetto alla vicenda della presunta bisca, ha conosciuto storie di portata ben maggiore per quanto riguarda il gioco d’azzardo. 

La trasmissione ha comunque fatto discutere, anche perché il programma di Antonio Ricci negli ultimi mesi del 2017 ha dedicato ampio spazio a Montecatini. Squaglia ha realizzato altri due servizi legati a questa realtà: sul mancato rispetto del divieto di somministrazione di alcolici da parte di alcuni locali in una determinata fascia delle notte e delle irregolarità commesse all’interno di un centro di revisioni auto.