Monsummano Terme (Pistoia), 28 agosto 2017 - Vandali in azione con un gesto che si commenta da solo, a rovinare l’edizione delle nozze d’oro del Trofeo Nedo Bonacchi-Memorial Florio Ciampi-Mirko Lauria e Ezio Innocenti, gara ciclistica per la categoria allievi organizzata a Pozzarello di Monsummano Terme dal gruppo sportivo locale e che ha visto impegnati lungo le strade della Valdinievole, un centinaio di corridori.

Organizzazione efficace e perfetta, ma quando non te lo aspetti ecco il gesto sconsiderato di chi ha cercato di sabotare la corsa gettando sulla sede stradale poco prima del passaggio dei corridori numerose puntine e piccoli chiodi. Il gesto di questi ignoti (una bravata di ragazzini o qualcosa di più serio?) ha purtroppo messo fuori gioco o comunque complicato l’andamento in corsa a una dozzina di corridori che hanno dovuto fare ricorso all’assistenza tecnica (fortunatamente presente a spese dell’organizzazione) ovvero l’auto del cambio ruote che ha provveduto a sostituire le ruote forate per consentire agli atleti di portare a termine la gara.

“Abbiamo sostituito durante la gara 14 ruote – dice Alberto Masotti della Ciclo Sport e addetto al cambio ruote – delle quali 10 bucate con puntine e chiodi. Inoltre varie puntine anche per le gomme della nostra auto al seguito, un gesto davvero incomprensibile”. Nessuno in fondo riesce a capire a cosa sia dovuto questo gesto che ha provocato anche il rischio di cadute nei tanti concorrenti presenti alla gara (per due volte fra l’altro i corridori hanno effettuato la ripida discesa da Montevettolini a Pozzarello) rovinando la manifestazione. In fondo nulla è stato tolto alla viabilità’ ordinaria, se non in quei due minuti durante i quali, le auto o gli abitanti non potevano spostarsi, perché era in transito la corsa, il cui passaggio è stato peraltro contenuto nel minor tempo possibile dai direttori di corsa e giudici di gara in servizio a Pozzarello.