Montecatini 29 novembre 2017 - «Continuano i controlli venatori sul territorio nei dintorni del Padule di Fucecchio – scrive Roberto Marini, delegato regionale del Wwf – da parte delle guardie giurate del Wwf Italia. La scorsa settimana ha visto impegnati una quindicina di agenti intervenuti su specifiche segnalazioni di cittadini e su situazioni programmate d’ufficio. Le pattuglie hanno accertato diverse violazioni amministrative e illeciti penali. Sono state fatte tre denunce per mancato rispetto delle leggi di pubblica sicurezza.

Una persona nella zona tra Cerreto Guidi e Lamporecchio è stata denunciata per uccisione di fauna particolarmente protetta quali i migliarini di palude e fauna protetta come i fringuelli, come previsto dalla legge nazionale 157/92. Il migliarino è una specie di piccole dimensioni che vive tra stagni e canneti; durante l’inverno frequenta anche le aree agricole, in special modo incolte. Altre violazioni sono state rilevate per mancato rispetto della distanza di sicurezza da abitazioni e strade pubbliche. In un caso accertato la persona esercitava la caccia con fucile carico a 4 metri da una civile abitazione».

«Il campo antibracconaggio a tutela dell’area del Padule – continua Marini – organizzato dall’ufficio coordinamento nazionale vigilanza del Wwf Italia continuerà fino alla fine dicembre coi controlli a tutela della fauna. Ma il contesto non è certo dei migliori: mancano i controlli sulla tutela ambientale; l’attuale situazione creata dalla riforma della pubblica amministrazione ha generato un pericoloso vuoto normativo che non facilita l’opera di polizia provinciale e carabinieri forestali. Una situazione estremamente dannosa per la tutela dell’ambiente e per la sicurezza dei cittadini».