Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

Ritrovato Francesco Giovannelli "Imprigionato in una cella frigo"

Il racconto dell'uomo, 38 anni, direttore d'albergo a Sesto Fiorentino e residente a Montecatini, scomparso in Lucchesia. E' in stato di ipotermia e disidratazione ma sta bene

Francesco Giovannelli
Direttore d'albergo scomparso in Lucchesia

Montecatini, 16 novembre - E’ STATO ritrovato Francesco Giovannelli, il 38enne direttore d'albergo a Sesto Fiorentino, residente a Montecatini, scomparso nei giorni scorsi. Era in stato confusionale tra le campagne di Altopascio e Porcari. Adesso si trova ricoverato all’ospedale di Lucca per verificare lo stato di disidratazione e ipotermia.

 

Secondo il racconto, piuttosto fumoso, Giovannelli, per ripararsi dal maltempo, avrebbe trovato rifugio martedì pomeriggio nella cella frigorifera spenta agganciata a un camion parcheggiato in una strada di campagna di Porcari, ma nel chiudere la porta si sarebbe poi reso conto che il congegno di riapertura si era bloccato.
Avrebbe quindi trascorso tutto il tempo dentro un rimorchio (il suo cellulare, spento, era rimasto dentro la sua auto) fino a che stamattina verso le 9,30 sarebbe riuscito a liberarsi e a dare l'allarme grazie all'aiuto di una signora che si trovava da quelle parti con il suo cane.

 

Immediato l'intervento del 118 e il suo trasporto in ospedale. I carabinieri dicono che questa è la versione raccontata direttamente dall'uomo e che al momento non hanno motivo di dubitarne. L'ultima volta che Giovannelli si era fatto vivo era stato alle 13,15 di martedi' scorso, quando aveva telefonato alla moglie all'uscita del casello autostradale di Altopascio (Lucca). Poi era scomparso senza più dare notizie di sé.

 

A dare notizia del ritrovamento è stata la famiglia sulla pagina Facebook creata per cercarlo. «Francesco - scrivono in un post i familiari - deve ancora riprendersi in quanto è disidratato e in stato di ipotermia per cui sarà necessario attendere che riprenda lucidità per un resoconto accurato. Si è trattato comunque di un incidente. Grazie a tutti voi per essere stati tempestivi nell’aiuto, preziosi nel conforto e nelle energie che ci avete comunicato e che ci hanno sorretti in questi giorni difficili!».

Condividi l'articolo
404 - Resource not found
404 – Resource not found