Montecatini Terme, 9 febbraio 2016 - Due fiocchi (uno rosa e l'altro azzurro) appesi alla porta del box di Minerva Grif per festeggiare un evento eccezionale ovvero la nascita di due splendidi gemellini, un maschio ed una femmina. Siamo alle Spianate vicino ad Altopascio presso l'allevamento Op, l'ultimo miracolo della natura è avvenuto qui nella terra dove nacque il grande Delfo, 45 anni dopo il campionissimo la famiglia Poggetti è ancora al centro della scena con un prodigio, una loro fattrice venerdì mattina alle ore 2,40 ha dato alla luce due puledrini, si tratta di un parto gemellare naturale, un caso rarissimo nella storia dell'allevamento dei cavalli da corsa. Dopo la nascita della puledrina albina Via Lattea nel 2014, il breeding italiano è ancora sotto i riflettori con una nascita meravigliosa, paradossalmente i due miracoli sono avvenuti in un periodo disastroso per l’ippica come se la natura volesse urlare la propria potenza e avvicinare i cavalli al cuore degli uomini.

Sergio Poggetti ancora emozionatissimo racconta così il lieto evento: "Ogni nascita porta con sè un commozione fortissima, è il miracolo della natura a cui non ci si abitua mai, sono nato in questo allevamento fondato da nonno Pellegro oltre mezzo secolo fa, di notti in bianco passate ad assistere le nascite potrei raccontarne centinaia ma ogni volta è come fosse la prima. Quest'ultima è una storia a sè, un corto circuito di cuore e testa, difficile da spiegare in un altro modo l'insieme di sensazioni che una nascita così sorprendente può far scaturire. Abbiamo scoperto che la fattrice aspettava due gemelli durante un ecografia di normale routine ­prosegue Sergio­ da quel momento abbiamo cercato di tenere la mamma sotto controllo, sono gravidanze problematiche che necessitano di un attenzione particolare così come il parto. Venerdì è stata una di quelle notti che lasciano il segno, la notte dei miracoli per dirla alla Lucio Dalla, un mix di preoccupazione, emozione e felicità, per fortuna tutto si è risolto piuttosto velocemente e nel migliore dei modi per la fattrice ed i piccoli che fin dalle prime ore di vita si sono mostrati vivaci".

Le 72 ore dalla nascita che di prassi vengono considerate delicate ormai sono trascorse, la fattrice inizia a riprendersi dalla fatica del  parto ed i gemelli sono già viziati dalle attenzioni di Sergio che da venerdì non li abbandona un istante tra coccole e premure varie. Al momento ancora non conosciamo il nome dei futuri campioncini del trotto italiano, sappiamo soltanto che il loro nome inizierà obbligatoriamente con la lettera A e sarà ufficializzato nei prossimi mesi al momento della registrazione all’anagrafe dei trottatori mentre per il loro debutto in pista ci sarà da aspettare ancora due anni, intanto i due splendidi eredi di Exploit Caf si godono l'incantesimo di un territorio speciale dove crescere con tante ambiziosi attaccate alla criniera in vista di una futura carriera che proseguirà parallelamente suscitando notevole curiosità, non è da escludere l'ipotesi che i due fratelli potrebbero ritrovarsi al via nella stessa corsa.  

L'allevamento Op ormai da anni rappresenta un eccellenza toscana nel mondo dei cavalli da corsa, da Turbine uno dei primi prodotti nati in questa farm, campione degli anni '60 con cui il "pilota" Sergio  Brighenti riuscì a vincere numerosi gran premi all'inossidabile Probo Op, guerriero di prestigio forgiato da Edy Moni, una storia che passa attraverso tanti cavalli di talento ma soprattutto attraverso una passione infinita. I gemelli Op sono già sotto i riflettori, due piccoli ma grandi assi dell’ippica toscana.