Carrara, 11 gennaio 2018 - Congresso Pd: in via straordinaria sono state riaperte le candidature per Carrara e Pontremoli. L’eurodeputato Nicola Danti, commissario straordinario del Partito democratico, ha reso note le date e le modalità di svolgimento dei congressi nella federazione di Massa Carrara. La scelta, avvenuta a seguito degli incontri con molti esponenti e amministratori del Pd provinciale e con l’autorizzazione del responsabile nazionale organizzazione Andrea Rossi, è ricaduta sui giorni dal 17 al 21 gennaio. La successiva assemblea territoriale è invece fissata per sabato 27 gennaio. Questo il commento dell’europarlamentare toscano: «L’obiettivo che ci siamo dati in queste settimane di lavoro all’interno del partito è quello di dare una guida forte e condivisa al Partito democratico. Arriviamo al termine di questa fase congressuale con la necessità di guardare avanti, superando le divisioni che ci sono state. Adesso è il momento di ripartire tutti insieme per lavorare all’imminente campagna elettorale e tornare a rispondere in modo autorevole a tutte le sfide alle quali saremo chiamati a rispondere sul territorio».

La riapertura della candidature riporta l’orologio indietro a quando il presidente della commissione territoriale per il congresso, Luca Ragoni, le aveva temporaneamente riaperte per avere almeno due candidati per parte per Carrara e Pontremoli in corsa per la poltrona di segretario comunale. «In via straordinaria – si legge dal comunicato firmato da Danti – al fine di garantire il diritto degli iscritti presentatori delle candidature, si propone di riaprire le candidature per i soli due comuni di Carrara e Pontremoli (oltre a quelle già presentate e valide per i due comuni citati), candidature che dovranno essere presentate presso la sede regionale Pd Toscana entro lunedì 15 gennaio 2018 secondo le modalità stabilite dall'articolo 1 del regolamento regionale. Essendo questo congresso quello già convocato per lo scorso ottobre, pur celebrandolo nel 2018, l’elettorato attivo è quello stabilito dalla Commissione nazionale di garanzia e cioè l’anagrafe certificata degli iscritti 2016». Una vera e propria odissea quella che sta vivendo ormai da un anno il partito di via Groppini: dal commissariamento per la scelta del candidato a sindaco che ha portato all’uscita dal partito di Andrea Vannucci, candidato con Carrara democratica, l’arrivo del commissario Gianni Anselmi, che ha seguito la candidatura di Andrea Zanetti, l’arrivo di un altro commissario per il tesseramento Franco Vazio, il caso della valigia piena di schede di nuovi iscritti, fino ad arrivare alla lotta per far partecipare all’agone politico anche i nuovi iscritti di quest’anno. In corsa quindi ci saranno Gianluca Brizzi e Renzo Manenti per comunale e provinciale, mentre per la compagine che risponde ad Andrea Rigoni e vannucciani si potranno schierare Paolo Grassi per il provinciale e Claudio Sartorio per il comunale.