Carrara, 25 novembre 2017 - I consigli dei cittadini saranno abrogati. Ma c’è già chi promette: «Faremo i comitati». Scintille ieri pomeriggio in commissione congiunta che ha visto il presidente Daniele Del Nero e la collega Elisa Serponi spiegare alla minoranza che nel prossimo consiglio comunale verrà cancellato il regolamento dei consigli dei cittadini e da mercoledì cesseranno di esistere. «L’idea del consiglio dei cittadini – dice Del Nero – non è mai stata nelle corde del Movimento, che non vede bene l’interposizione di un organo tra Comune e cittadini. Ci saranno altri modi di partecipazione, stiamo assemblando un mosaico di altre iniziative che puntano a rendere protagonisti i cittadini. I consigli votati da un’esigua parte di cittadini, non era rappresentato tutto il territorio, vedi i paesi a monte». Non le manda a dire Cristiano Bottici del Pd: «Questo cosa vuole dire? Se hanno partecipato in pochi voi togliete il sistema di voto? Vi ricordo che Di Maio è stato votato con una manciata di preferenze». Gianenrico Spediacci di «Insieme per Carrara» ha rincarato la dose: «Non ho capito sinceramente perché li vogliate levare. Questi consigli si sono dimostrati utili, anche per l’amministrazione. Sono stati la loro spina nel fianco che ha costantemente stimolato il Comune a intervenire sui problemi nel territorio». Ha seguito il suo ragionamento Roberta Crudeli, capogruppo Pd: « Questa è la vostra idea di partecipazione? Cosa ne sarà dei progetti che hanno presentato queste persone? Cosa ne sarà del denaro che era già stato stanziato a bilancio per loro? Noi siamo contrari a questa cancellazione». Del Nero gli ha risposto: «Andranno avanti e il denaro preventivato per il prossimo anno sarà dirottato altrove». « Purché inizino entro il 31 dicembre – ha detto Giuseppina Andreazzoli – altrimenti tutto inutile». «Io credo che sia sbagliato cancellarli – è intervenuto Andrea Vannucci -, ne sentiremo la mancanza, soprattutto per quanto riguarda la loro presenza sul territorio».