Massa, 11 marzo 2015 -  I bambini della scuola primaria “Paolo Ferrari” di Marina di Massa erano pronti a pranzare ma hanno avuto per due giorni di fila una brutta sorpresa: dentro al pane servito alla mensa c’erano dei piccoli insetti. Si tratta delle camole della farina che sono finite dentro l’impasto del pane durante la preparazione: insetti morti quindi durante ma per gli alunni e le maestre si è trattato comunque di un piccolo shock nel momento in cui si stavano mettendo a tavola per mangiare. La conferma arriva direttamente dalla scuola che abbiamo contattato ieri pomeriggio. Al telefono ha risposto l’insegnante Brunello Pucci: «Gli insetti nel pane sono stati trovati per due giorni di fila (lunedì e ieri ndr) e la scuola ha già mandato una segnalazione all’ufficio mense del Comune». «Quando il fornitore di pane della mensa era il panificio Drago , a chilometro zero, questo non era mai successo – aggiunge Pucci – .  Invece mi risulta che da qualche tempo la mensa si rifornisce da una ditta di Genova e questo è il risultato».

Il servizio mensa della Ferrari è lo stesso di tutto l’istituto comprensivo Don Milani di Massa e delle altre scuole del comune, che sta proseguendo in proroga il servizio visto che per l’assegnazione del nuovo appalto del valore di oltre 7 milioni di euro, bandito l’anno scorso dal Comune di Massa, si sta attendendo la sentenza del Tar della Toscana dopo che due ricorrenti, la stessa CirFood e la Elior Ristorazione, hanno fatto ricorso contro l’affidamento temporaneo all’associazione temporanea di imprese composta da “Gazzoli snc” e “La luce”, vincitori del bando secondo gli uffici tecnici comunali. La sentenza dovrebbe tra l’altro arrivare proprio in questi giorni e mettere finalmente la parola fine all’assegnazione del bando. 

«PURTROPPO in comune e all’ufficio mensa non abbiamo ricevuto nessuna segnalazione – ha dichiarato l’assessore Mauro Fiori –. In casi come questi, quando si trovano degli insetti nel pane, si doverbbe segnalare l’accaduto sin dal primo giorno. Il comune sarebbe intervenuto sin da subito con la ditta come ha fatto già altre volte e in casi meno gravi per porre rimedio». Fiori promette comunque di andare a fondo nella vicenda: «L’ufficio mensa chiamerà subito la scuola all’apertura per capire che cosa sia realmente successo ma è chiaro che su un episodio del genere la segnalazione da parte della scuola al Comune deve essere immediata».