Carrara, 2 gennaio 2018 - LADRI scatenati nella notte di San Silvestro. Bande di delinquenti approfittando del cenone e delle feste nelle piazze hanno dato l’assalto a diverse abitazioni con Avenza epicentro delle scorribande. In via Piombara i ladri hanno svuotato gli armadi di una famiglia riuscendo a portare via oro ed un orologio di marca per un valore di svariate migliaia di euro. Sono stati gli stessi proprietari a scoprire il furto e ad avvertire le forze dell’ordine impegnate anche a garantire la sicurezza nella notte più attesa dell’anno.

In via Provinciale Avenza Sarzana un doppio colpo a distanza di poche ore l’uno dall’altro: il primo allo scoccare della mezzanotte e il secondo un’ora dopo. Ladri sfrontati e capaci di mettere a segno due colpi in due abitazioni adiacenti. In entrambi i casi i proprietari si trovavano da amici per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Anche in questo caso a prendere il volo monili d’oro e qualche capo di abbigliamento. Malviventi in azione anche a Marina nella zona della fiera dove si registrano altre incursioni.

Un falso allarme ha invece dirottato le pattuglie delle forze dell’ordine nella zona dello stadio dove un abitante aveva segnalato rumori fragorosi provenire da una casa vicina. Però nessun furto, il cane spaventato dai botti aveva messo a soqquadro l’abitazione e il frastuono aveva allarmato i vicini. Non c’è stato il furto ma il cane ha ugualmente provocato danni rovesciando bicchieri, piatti, e un computer.

E nel mirino è finito anche il cantautore Alberto Lagomarsini che ha avuto la spiacevole sorpresa di trovarsi quasi a tu per tu con il ladro entrato nella sua abitazione. E’ stato lo stesso cantante a pubblicare la notizia sul suo profilo Facebook alle 23,57, tre minuti prima della mezzanotte: «Festeggiate e rientrate velocemente a casa, ho appena fatto scappare un ladro in casa mia, ma che paura... Tempestivi anche i nostri carabinieri, un ringraziamento anche a loro. Ah, buon anno a tutti». Il cantautore ha così voluto mettere in guardia coloro che si trovavano nelle piazze o a casa di parenti o amici a festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Purtroppo molte persone hanno dovuto fare i conti con i malviventi che probabilmente avevano pianificato i colpi riuscendo ad individuare le abitazioni momentaneamente disabitate. Oltre ad Avenza, si segnalano incursioni anche a Fossone, spesso terra di conquista dei ladri e l’area di Bonascola.
Un susseguirsi di incursioni proprio nella notte di San Silvestro che hanno fatto trascorrere un Capodanno amaro a decine di persone.