Massa, 3 luglio 2017 - L’area pedonale non era poi così distante. E lui alla guida della sua auto si stava avvicinando zigzagando come se non fosse più in grado di tenere fra le mani il volante, mentre a pochi metri sul marciapiede camminavano famiglie con bambini. E quando gli agenti della polizia lo hanno fermato, ha dato vita ad un show che gli è costato l’arresto con la conclusione della serata nel carcere di Massa. L’andatura a dir poco incerta dell’auto non è passata inosservata alle forse dell’ordine (polizia, carabinieri Finanza, polizia municipale) impegnate nell’imponente servizio d’ordine per la «Notte Bianca» nel centro di Massa. Così hanno intimato l’alt al conducente poco prima della barriere di protezione predisposte all’ingresso della zona pedonale.

APPENA sceso il conducente (un 30enne di nazionalità rumena, già noto alle forze dell’ordine) in preda ai fumi dell’alcol si è scagliato con violenza contro gli agenti della polizia; a nulla è valso il tentativo di riportalo alla calma degli stessi agenti ne e degli passeggeri altri dell’auto, due giovani a loro volta pregiudicati. L’hanno invitato a calmarmi, ma senza successo: come preso da un raptus incontrollabile il 30enne ha continuato a minacciare di morte i poliziotti, fra calci e pugni tirati a vanvera. Per riportarlo a più miti consigli è stato necessario l’arrivo di un’altra pattuglia: non senza fatica cinque agenti sono riusciti a fermare l’energumeno, arrestato con l’accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale (alcuni agenti sono rimasti feriti), oltre a danneggiamento. E’ stato portato in carcere a Massa dove ha trascorso la notte, in attesa dell’interrogatorio di garanzia col magistrato previsto fra oggi e domani. Nessun provvedimento è stato preso nei confronti dei due passeggeri, rimasti estranei all’aggressione nei confronti degli agenti.

Un episodio da considerarsi comunque ai margini della «Notte Bianca», filata via tranquilla dall’inizio alla fine. In piazza le forze dell’ordine in borghese hanno alcuni controlli sui visitatori, con la discrezione necessaria in una bella serata di festa: non è stato rilevato nulla di illecito così come non sono state segnalate risse nè altri episodi sopra le righe. Intorno alle 3 di notte è arrivata qualche telefonata dai residenti per la musica troppo alta da alcuni locali: al loro arrivo le forze dell’ordine hanno inviato i proprietari dei locali ad abbassare il volume.

C.Mas.