Massa Carrara, 6 febbraio 2018 - Bomba inesplosa: intervengono gli artificieri. Nella tarda mattinata di oggi i carabinieri, assieme al reggimento genio pontieri di Piacenza, sono intervenuti in località Ficola, per procedere alla rimozione dell’ordigno bellico che è stato trovato qui il 26 gennaio scorso. Gli artificieri quindi, accertato che si trattava effettivamente di una granata del calibro di 8,8 centimetri di fabbricazione tedesca risalente al secondo conflitto mondiale, ma ancora efficiente ed in grado di esplodere, lavorando in stretta sinergia con i carabinieri, dopo aver messo in sicurezza il residuato bellico, lo hanno trasportato in una cava dismessa in località Foce dove è stato fatto brillare.

Il residuato bellico era stato rinvenuto dai proprietari del terreno vicino al quale stanno eseguendo dei lavori. Durante le operazioni, uno degli operai ha rinvenuto il residuato inesploso e ha immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri che hanno messo in sicurezza la zona e, una volta appurato che nessuno passasse all’interno del perimetro, hanno atteso l’arrivo degli artificieri.