Carrara, 23 novembre 2017 - «Immigrazione – Le radici dell’ intolleranza». Questo il titolo della conferenza organizzata per domani alle 21 in biblioteca di piazza D’Armi da «Carrara possibile», che vede come relatore sarà don Luca Favarin. Don Luca Favarin che con la sua Onlus «Percorso di vita» gestisce 9 centri di accoglienza per profughi, per la maggior parte provenienti dall’Africa, combatte da anni vere e proprie battaglie al fianco dei più deboli e diseredati. «Motivo di questo incontro – scrivono gli organizzatori – è l’ inquietante risposta razzista sempre più forte e violenta da parte di molti nostri connazionali, che da alcuni anni sta soffocando il nostro paese, dando adito ad azioni che nulla hanno a che fare con la civiltà, la tolleranza, la solidarietà ed ancor meno con l’ umanità che ha sempre dimostrato il popolo italiano dal dopo guerra ad oggi. La nascita di movimenti di estrema destra e populisti che fanno del razzismo e dell’ intolleranza la loro bandiera, colpisce i più deboli e diseredati, e sono il segno di una società malata che sta perdendo di vista sia i valori sia dell’ anti fascismo e della resistenza, sui quali è nata la nostra Repubblica, sia quelli del Cristianesimo nel senso più stretto della fede e della parola».