Carrara, 29 agosto 2017 - «Arci Fest» chiude tra folk e rap. I due concerti di Davide Giromini e dei Fi Riders nell’ultima giornata al Ponte di Ferro. «Contro canto - Le culture della protesta dal canto sociale al rap» con la prefazione di Alessandro Portelli (Donzelli editore) è il libro di Antonio Fanelli, che aprirà l’ultima giornata oggi alle 18,30. Antonio Fanelli, storico e antropologo culturale, fa parte del comitato scientifico dell’istituto Ernesto de Martino. I Fi Riders si esibiranno alle 21,30, mentre alle 22,30 sarà di scena Davide Giromini con il suo “Apuane Conversioni” (Autoprodotto, 2017). Giromini è all'ottavo disco in carriera che rende omaggio alla figura di Ivan DellaMea, riscrivendone alcuni brani nel dialetto carrarino. Il punto ristoro apre alle 19. L’ingresso è gratuito ma riservato ai soci Arci. Fi Riders è un collettivo nato a Firenze all’inizio del 2011 ed è composto da mcs, beatmakers & djs provenienti da background e quartieri diversi della città. La formazione si prefigge di portare nella scena street attitude & knowledge e schiera ai microfoni Charlie Dakilo, Nanne, Lapo Raggiro, Pupet e Ganji Killah.