Ragusa, 26 marzo 2016 - Dopo un campionato passato stabilmente al comando della Serie A femminile di basket, la Gesam Gas e Luce Lucca rischia di gettare tutto alle ortiche con due sconfitte ravvicinate contro le due dirette rivali per il primo posto. Dopo il ko all’ultimo possesso contro Schio arriva la prima sconfitta esterna del campionato, per mano della Passalacqua Ragusa, anch’essa maturata negli ultimi secondi di gara.

Se le siciliane dovessero vincere le prossime due partite strapperebbero a Lucca un primato detenuto fin dalla prima giornata.

L’inizio della Gesam è da grande squadra: 9-2 dopo appena 2’ di gioco con due recuperate sui primi tre possessi ragusani e time-out obbligatorio per le locali. Francesca Dotto riprende esattamente da dove aveva cominciato: dopo i 20 punti contro Schio la playmaker biancorossa ne mette 7 nei primi 3’, ma Ragusa esce rinfrancata dal time out e accorcia il gap con la tripla di Erkic. Con il gioco da 3 punti di Gonzales sul filo della prima sirena la squadra di casa torna a contatto e inaugura di fatto un’altra partita. Lucca ha un momento d’impasse in avvio di secondo quarto e la Passalacqua ne approfitta: Gonzales pareggia con una penetrazione delle sue, Nadalin dalla lunetta fa 1/2, quanto basta per portare per la prima volta avanti le biancoverdi, e Branson firma il massimo vantaggio per Ragusa. Scivolate a -3, Crippa e compagne hanno una però una reazione rabbiosa: parziale di 9-0 e biancorosse che si riprendono le redini del match. Diamanti dà fiato a Pedersen inserendo la giovane Laterza, la quale però brucia la chance commettendo tre falli in un minuto.

Non ne approfitta più di tanto Ragusa, che si inceppa nuovamente in attacco. Lucca va dritta per la sua strada e inizia a scavare un solco sempre più profondo fra sé e le avversarie. Si va a riposo sul +12 per le ragazze di Diamanti (19-31). Ragusa continua a litigare con il canestro e Lucca si siede sugli allori: errore fatale perché la rotazione lunga di Ragusa permette alla lunga alle siciliane di venir fuori. La tripla di Consolini riporta a -4 la Passalacqua, poi un canestro di Nadalin a 1’20’’ dalla fine certifica la seconda resurrezione di Ragusa. Nell’ultimo quarto il confronto diventa un continuo scambio di colpi fra due pugili stanchi. Nel momento più importante del match, però, Francesca Dotto, fin lì per distacco le migliori delle lucchesi, perde due palloni sanguinosi in serie e, con soli 11’’ da giocare, è costretta al fallo su Gorini. L’azzurra fa 2/2 e porta a +3 le siciliane, con il tiro del possibile pareggio di Crippa che danza sul ferro prima di uscire dal canestro.