Lucca, 12 maggio 2016 -  Il sogno - scudetto di Lucca è ora appeso a un filo. Schio vince anche gara due e se ne torna a casa con almeno due match-point da giocare davanti al suo pubblico. Le ospiti hanno sempre condotto i giochi, sfruttando peso ed esperienza (e una grande Yacobou). Lucca ci ha messo il cuore ma non è bastato. Il match parte e sembra la fotocopia di gara uno: le solite difese super-aggressive e il primo quarto che vede Lucca viaggiare a ritmi bassi in attacco e con percentuali da dimenticare (18%).

Schio va subito 5-0 e mantiene saldamente il comando fino al +10 di fine frazione. Nel secondo quarto Lucca migliora qualcosa davanti e recupera fino al -6 di metà gara, dopo essere stata sotto anche di 14 punti. Al rientro l'inerzia riprende la via di Schio, che risale a +15, grazie anche ad alcuni gravi errori sotto canestro di Lucca e chiude il quarto con 13 lunghezze di vantaggio. Le ospiti, con la panchina lunga e un paio di decisioni arbitrali discutibili a favore, mettono canestri pesantissimi, fino ad accumulare I 24 punti finali di margine. Lucca non rimonta come in gara uno: le campionesse d'Italia stavolta non si fanno sorprendere e tengono fino alla sirena. 

Lucca  54 Schio 78 Gesam Gas&Luce Le Mura Lucca: Viale n.e., Templari, D6tto 17, Woyta 10, Reggiani n.e., Harmon 11, Crippa 6, Gaeta n.e., Laterza, Mandroni n.e., Pedersen 8, V. Gatti 2. All. Diamanti. Famila Wuber Schio: Yacobou 25, G. Gatti 5, Sottana 10, Battisodo n.e., Anderson 9, Masciadri 3, Walker 15, Zandalasini, Ress, Macchi 11, Bestagno n.e. All. Martinez. Arbitri: Costa (Li), Marziali (Rm), Castiglione (Pa). Parziali: 11-21, 32-38, 45-58. Spettatori: 1500.