Barga (Lucca), 21 giugno 2017 - Novemila chilometri totali, tappe massacranti di circa 500 km al giorno, quasi tutti su sterrato. Questa è la massacrante Gibraltar Race, che prenderà il via dal mar nero il 23 giugno prossimo. Tra i centauri impegnati nella competizione, alla quale possono partecipare anche piloti non professionisti, Jonathan Balducci originario di Filecchio, frazione di Barga, reduce lo scorso anno da un lungo viaggio con metà Capo Nord e mezza Europa.

A distanza di un anno esatto concede il bis con la Gibratlar race che a differenza della passata esperienza, rappresenta una sfida più impegnativa sia sotto l'aspetto fisico che meccanico per la messa a dura prova della sua KTM 1200 con la quale il filecchiese dovrà percorrere in totale appunto circa 9000 km.

Una gara che prevede la partenza dal Mar Nero, l’attraversamento di Bulgaria, Macedonia e Albania. L’imbarco per Bari e da qui fino a Civitavecchia per prendere nuovamente il mare con meta Barcellona. Salita fino ai Pirenei e poi Portogallo e di nuovo Spagna, con epilogo a Gibilterra.

Saranno 15 giorni di tappe massacranti per la quasi totalità su sterrato che rende la competizione ancor più ardua. Fra i partecipanti, un nutrito gruppo di habitué' della Parigi Dakar a impreziosire un evento ambito in campo motociclistico. L'ambizione di Jonathan è di riuscire a portare al termine questa competizione dedicata anche ai piloti non professionisti, un modo per ripagare la fiducia dei molti sponsor che gli hanno permesso questa nuova avventura su due ruote e che inizierà il 23 giugno con la prova spettacolo in riva al Mar Nero.