Lucca, 14 giugno 2017 - Undicimila persone a Lucca per l'apertura del Summer Festival con Rancid e Green Day. Piazza Napoleone si è accesa come ogni anno d'estate grazie alla grande musica. Un concerto molto gradito dai fan dei Green Day, con appassionati che sono arrivati un po' da tutta Italia. La passione non conosce confini e così molti di questi ragazzi hanno dormito ai varchi d'ingresso la sera prima pur di aggiudicarsi un posto sotto il palco. La platea è stata scaldata dai Rancid, con 45 minuti di punk che hanno entusiasmato il pubblico. Questo accadeva alle 20, mentre alle 21.15 spazio ai Green Day. 

Billy Joe Armstrong ha dato fondo a tutto quello che aveva in due ore di set che ha dato giusto spazio al recente lavoro «Revolution Radio», che lo scorso anno ha rilanciato alla grande in tutto il mondo la band, facendole anzi guadagnare nuovi adepti tra le generazioni più giovani, quelle davvero molto ben rappresentate ieri al Summer. Trascina subito sul palco due fan, poi un grido «No all’omofobia» e un affondo: «Non sono Trump...», con la bandiera italiana sulle spalle. Da «Know your enemy» a «Longview» (con un fan sul palco a cantare metà brano e salto finale nella folla), passando per «Boulevard of broken dreams» (in doppia versione, acustica e rock) e «Revolution radio», «Basket case», «American idiot», in un crescendo di emozioni