Lucca, 25 novembre 2016 - Oltre un centinaio di persone hanno accolto questa mattina il leader della Lega Nord Matteo Salvini che ha fatto una breve tappa a Lucca, alla Stella Polare, all'interno del suo tour per sostenere il 'no' al quesito referendario costituzionale del 4 dicembre. Tanti applausi e ancora di più selfie da parte dei presenti che hanno invitato il leader del Carroccio a mandare a casa il premier Matteo Renzi. "Stiamo arrivando - è stata la risposta di Salvini - più Renzi si incazza più crescono i 'no'. Dobbiamo convincere il maggior numero di persone ad andare a votare il 4 dicembre perché se dovesse passare questo referendum saremmo schiavi totalmente dell'Europa. Prima liberiamoci di queste persone e poi passeremo a lavorare per conquistare il Paese, così come Lucca, Camaiore e Forte dei Marmi. Lucca ha bisogno di una marcia in più".

"La Toscana è la terra dei municipi, dei campanili e delle identità e questa riforma cancella tutte le autonomie e rimette tutto nelle mani dello Stato e di Bruxelles. Per questo penso che questa regione dica di no al referendum. L'Italia è bella perché è diversa. Non è piatta, non è uguale, non è una marmellata. Non decide tutto Roma e men che meno Bruxelles". Non è mancato poi un commento alla ricorrenza di oggi, giornata mondiale contro la violenza sulle donne.