Lucca, 11 settembre 2017 - Se l’ondata di maltempo si fosse abbattuta sulla Piana e su Altopascio di giorno chissà come sarebbe andata. Sì, perché la furia del vento e della pioggia nella notte ha letteralmente sradicato una pianta nel parco Aldo Moro, il maggiore polmone verde che si trova nel centro di Altopascio, nei pressi dell’edicola Regoli e del viale Europa. Vicino all’albero crollato, infatti, vi sono panchine abitualmente frequentate anche da famiglie e bambini piccoli con le mamme.

Il tronco si è spezzato abbattendosi proprio sul vialetto utilizzato dai pedoni, tra l’altro a breve distanza da un bar e dall’ex sede di una banca. Sopra vi sono pure degli appartamenti. Nessuno si è fatto male e questo rappresenta il dato fondamentale, di giorno ci sarebbero state maggiori probabilità di danni ingenti. C’è però anche un pizzico di polemica in quanto alcuni cittadini sottolineano come quell’albero fosse abbastanza precario di suo e sia alla precedente sia all’attuale amministrazione la vicenda era stata segnalata. Anche nel resto della Piana allagamenti di lieve entità, rami spezzati ma situazione sotto controllo.

In via Sottomonte a Guamo acqua e vento hanno abbattuto pure un semaforo. Incidente sembra causato dalla pioggia in via del Casalino a Capannori dove una vettura è finita fuori strada, schiantandosi contro un palo della luce, senza conseguenze fisiche per il conducente, soccorso da una ambulanza attraverso il coordinamento del 118. Nessuna criticità a Porcari, dove spesso negli ultimi anni i rii Leccio e Ralla avevano esondato.

"Siamo stati tutta la notte a sorvegliare tutti i corsi d’acqua del nostro territorio – commenta il sindaco Leonardo Fornaciari – ma per fortuna è tutto nella norma". Anche a Capannori, in passato con problemi di frane sulle colline, non vi sono state difficoltà particolari. Rami caduti anche a San Martino in Colle, al confine tra il territorio del capoluogo della Piana e quello di Montecarlo. Da registrare momentanei black-out nelle linee elettriche a causa dei fulmini.

A Lucca capoluogo, la situazione più delicata si è verificata a Nozzano, dove un fulmine ha mandato in corto circuito con conseguente incendio una centralina elettrica in via di Poggio. L’intervento dei vigili del fuoco ha scongiurato problematiche più gravi. Balck-out momentanei e allagamenti anche nel resto del territorio comunale.