Lucca, 9 ottobre 2017 - Dopo il grande successo della scorsa edizione, giovedì al polo culturale Artémisia di Tassignano torna con la terza edizione 'Lucca Underground Festival', la manifestazione promossa dall’associazione Vaga (Visioni Atipiche Giovani Artisti) con la collaborazione e il contributo del Comune di Capannori. Il Festival, divenuto ormai uno dei punti di riferimento della cultura underground nazionale, quest'anno propone fino al 21 ottobre, una serie di importanti appuntamenti con ospiti d'eccezione dando particolare spazio alla musica a partire dall'evento iniziale che prevede l'assegnazione del premio Lucca Underground Festival 2017 per la promozione della cultura underground a Rick Hutton e Clive Malcom Griffiths, i noti volti della storica Videomusic.

Musica protagonista poi di altri eventi, tra cui la presentazione del libro “Grunge” del noto giornalista musicale Claudio Todesco, che approfondisce il ben noto fenomeno musicale, l'incontro con Gian Pieretti cantautore, compositore e paroliere che Jack Kerouac volle accanto a sè durante la sua presenza in Italia e Claudio Damiani (poeta), l'iniziativa dedicata alle ispirazioni e alle influenze nell’arte di David Bowie a cura di Massimiliano Poggi ed, inoltre, la partecipazione di Charo Galura, giovane cantante fiorentina con il suo ultimo lavoro ricco di sonorità elettroniche.

“Il Lucca Underground Festival - spiega Gianmarco Caselli, ideatore e direttore artistico del Festival -, evoluzione della rassegna 'Underground' nata nel 2008, è ormai una realtà della cultura underground: tanti artisti sono entrati a far parte in pianta stabile del Festival che è sempre più una sorta di comunità in cui nascono collaborazioni e nuove idee per diffondere una cultura alternativa in un mondo artisticamente sempre più omologato. Con il Festival cerchiamo di offrire non solo una visione sulle opere undergound del Novecento, ma anche di proporci come vetrina per far conoscere artisti e intellettuali giovani e meno giovani con uno specifico indirizzo artistico alternativo.Intendo ringraziare il Comune di Capannori che dal 2015 ha saputo accogliere le nostre proposte e ha creduto nella crescita e nelle potenzialità di questa operazione culturale.”

“Possiamo dire con soddisfazione che Lucca Underground Festival grazie alla qualità del suo programma è cresciuto negli anni fino a diventare oggi una delle manifestazioni di riferimento per la cultura underground non solo a livello locale, ma anche nazionale – afferma la vice sindaca Silvia Amadei –. Una iniziativa di rilievo che riesce a proporre eventi che promuovono linguaggi creativi diversi ed originali diffondendo la cultura underground alternativa a quella di massa e quindi capace di ampliare il ventaglio delle proposte culturali promosse dalla nostra amministrazione”.

Nell' edizione 2017 del Festival torna anche Re-Beat Generation, la rassegna interna dedicata alla Beat Generation che quest’anno sarà incentrata su quello che forse è stato l’autore di riferimento della Beat, William Burroughs autore di libri come “Il pasto nudo” e “Ragazzi selvaggi” e il cui influsso è stato assolutamente determinante per la cultura del Novecento non solo nella letteratura ma anche nella musica e negli altri campi artistici; un punto di riferimento assoluto. Il festival lo celebra in quanto quest’anno ricorrono i venti anni dalla sua scomparsa.

La rassegna Re-Beat Generation consisterà in brevi sketch teatrali e letture tutte incentrate su Burroughs al quale fa riferimento anche la locandina del Festival realizzata da Zavattari. L’artista Elio Lutri ha realizzato insieme a Gianmarco Caselli (che ne ha scritto la musica) un’opera dedicata proprio a Burroughs che verrà presentata in una delle serate del festival e che è stata commissionata dal festival stesso. Zavattari, inoltre, presenterà in prima nazionale al Festival una sua nuova opera di videoarte “Clone”, uno spot promozionale su soggetto e musica di Gianmarco Caselli. Anche per l'edizione 2017 torna Visioni Underground con la proiezione di fotografie underground di alcuni soci di Vaga con sonorizzazione del Crp (Collettivo Rivoluzionario Permanente). Tutte le iniziative si svolgono al polo culturale Artémisia di Tassignano e sono ad ingresso libero.

Il programma completo. 

  • Giovedì 12 ottobre (ore 21.00) Premio Lucca Underground Festival 2017 Rick Hutton e Clive Griffiths - La storia di Videomusic. Coordina Gianmarco Caselli.
  • Sabato 14 ottobre (ore 17.30-20) Re-Beat Generation: Kreativa d’arte e dintorni. Marco Puccinelli – Reportage fotografico 'Quattro passi fra le nuvole'; Erika Pellicci- Progetto fotografico 'Palesemente insonnia'; Francesco Zavattari - Prima nazionale della video opera 'CLONE'; Claudio Todesco – presentazione del libro “Grunge”. Aperitivo
  • Venerdì 20 ottobre (ore 21.00). Re Beat Generation: Compagnia teatrale 'Improvvisattori'. René Bassani – Le avanguardie tedesche – Il Krautrock degli anni ’70: musica anarchica e sovversiva nata nelle viscere di una nazione reietta; Glauco Di Sacco Opera di videoarte 'Kaos Kosmos'; Re-Beat Generation: Debora Pioli, Sergio Talenti, Madeleine Peireux. Visioni Underground + Crp –Progetto fotografico dall'interno del 'LUF'.
  • Sabato 21 ottobre (ore 17.30-20.00) Re-Beat Generation: Nicastro&Coselli. Massimiliano Poggi 'Down in the Underground' - ispirazioni e influenze nell’arte di David Bowie; Charo Galura - Charo Through Apocalypse; Elio Lutri – “W.S.B. life” - omaggio a William Burroughs; Re-Beat Generation: Gian Pieretti e Claudio Damiani - 'Una generazione di poeti' (musica). Musica&Aperitivo - Alessandro Matteucci e Marcello Sanna – improvvisazione jazz.

Lucca Underground Festival 2017 è realizzato in collaborazione con Arci Lucca e Versilia, Circolo Arci Agorà di Pietrabuona, Lucca Film Festival, Improvvisattori Lucca, Squarebar, Kreativa, Studio Matitanera, Sky Stone& Songs, Sale e Sole, Effe Ottica.