Lucca, 2 gennaio 2018 - Attentato o atto vandalico alla sede della Coop di Fornoli? A sollevare l’nquietante interrogativo è quanto accaduto nella notte tra domenica e lunedì, quando il sistema di allarme del supermercato di Fornoli si è improvvisamente attivato, allertando e richiamando sul posto gli agenti della sicurezza privata. 

Era circa la mezzanotte e mezzo e gli uomini della vigilanza, raggiunti nel frattempo dal titolare della Coop che aveva lasciato precipitosamente la cena dell’ultimo dell’anno a casa di parenti, nel procedere ad un rapido sopralluogo esterno, hanno rilevato dei fori in una piccola vetrata nel retro del supermercato, all’altezza del banco della gastronomia. Fori (nella foto Borghesi) che hanno subito fatto pensare a colpi di pistola, un’ipotesi accreditata anche dal fatto che i vetri non sono andati in frantumi perché resistenti e «doppi». Gli ignoti, che hanno agito in piena notte indisturbati non essendoci abitazioni nelle vicinanze, potrebbero aver sparato dal giardino della scuola elementare adiacente, dopo esservi penetrati scavalcando la recinzione da via Alcide de Gasperi, oppure direttamente dalla strada. Ciò che appare strano, se davvero si tratta di fori provocati da proiettili di un’arma da fuoco, sono le motivazioni del gesto: o è stata soltanto una bravata di chi voleva festeggiare con i «botti» l’inizio del nuovo anno, oppure si tratta di un avvertimento, che qualcuno ha voluto lanciare alla direzione della Coop. La direzione del supermercato di Fornoli, infatti, non risulta sia mai stata oggetto di minacce intimidatorie. 

I carabinieri di Bagni di Lucca stanno conducendo un’indagine per tutte le verifiche del caso. Stamani alla riapertura dell’attività saranno eseguiti sopralluoghi più approfonditi anche all’interno del supermercato alla ricerca di eventuali bossoli. La vicenda ha fatto in poco tempo il giro del paese e ieri mattina era forte tra la gente la paura che qualcuno giri armato per il paese.