Lucca, 29 dicembre 2017 -  E’ qui la festa. La ventesima festa lucchese per il Capodanno 2018 – da qui il titolo “Venti Diciotto” – atterrerà in piazza San Martino dalle 22 alle 2, per una no stop briosa e (non guasta mai) gratuita. L’organizzazione è come sempre dell’Associazione Don Franco Baroni onlus in collaborazione con il Comune e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Lo staff artistico è tutto nuovo rispetto allo scorso anno. Nella prima parte della festa (dalle 22 a mezzanotte e venti circa) condotta dalla biondissima Emanuela Gennai, il divertimento sarà dominio assoluto del DJ Luca Maffei, noto come DJ di Radioduemila ma anche di vari locali tra cui il «MAI MAI».

Non si risparmierà – vedere per credere – anche il ballerino e coreografo Stefano Bellina con il suo team e il cantante G Tune. A mezzanotte e 25 salirà sul palco la band «Gold 5» per uno spettacolo ricco di energia e colore. La band si occupa, fin dalle origini, di dance anni 80’/’90.

I componenti, tutti provenienti da Lucca e provincia, sono: Benedetta Capecchi - voce ed effetti, Mirko Federighi – chitarra, Massimo Carli – tastiere, Samuele Santi – basso, e Alessandro Matteucci - batteria e pad elettronici. Avvertenze per l’uso: trattenersi dal ballare sarà impossibile. Fra le 23.50 e mezzanotte e 25 ci saranno i messaggi augurali e anche il doppio brindisi. Il primo è quello canonico, alla mezzanotte in punto, dopo gli auguri delle autorità cittadine. Il secondo allo scoccare della “Mezzanotte di Lucca”, che scatta 18 minuti e un secondo dopo la mezzanotte italiana. 

Tanta curiosità per il nome (o i nomi?) del Lucchese dell’anno 2018. L’anno scorso ci fu un triplo ex aequo tra Renato Genovese, ex direttore di Lucca Comics & Games, Beatrice Baldaccini, 26enne interprete di musical, cantante e attrice e Andrea Biagioni, artista e musicista reduce da una folgorante partecipazione al reality X-Factor.

Un riconoscimento istituito dalla Don Baroni per evidenziare il lavoro di «concittadini che con la loro opera hanno reso e rendono Lucca una città sempre più ricca, importante e vivibile». Festa sia, ma in sicurezza. E quest’anno i controlli saranno rafforzati. Non si potrà introdurre nell’area lattine, bottiglie o bicchieri di vetro, niente scoppi né petardi o fuochi d’artificio. «L’appello all’intera città va nel senso di festeggiare il Capodanno nel segno del rispetto di persone e animali – sottolineano gli organizzatori - perché sia vera festa per tutti». 

Puccini, ma anche le celebri colonne sonore del cinema. Il Teatro del Giglio – e il «Puccini e la sua Lucca Festival» presieduto da Andrea Colombini (foto a sinistra) – rilancia per il Gran Veglione, cenone di San Silvestro incluso. Oltre quattro ore di show per un inedito «viaggio» musicale alla riscoperta di magiche atmosfere. Ci sono ancora biglietti disponibili (0583 465320 oppure infoline con prenotazione telefonica e ritiro il giorno 31 /12 dalle 16 al 340 8106042). E il prezzo?
 
Il ticket minimo è per galleria e loggione, da 85 a 90 euro a persona. Poi si sale nella fascia 90-95 euro, e poi, per la platea e palchi di primo ordine, da 120 a 130 euro. Ci sono riduzioni per i lucchesi over 65, per gli under 25 e anche per gli abbonati. E’ inclusa la cena a buffet, servita a ogni piano del teatro, a cura del Catering Lazzaroni, e anche il brindisi di mezzanotte. Lo spettacolo non lascia niente di intentato. Sarà una straordinaria avventura senza fiato – dalle 21 all’1.30 circa – sull’onda impetuosa o struggente delle musiche di Giacomo Puccini, Ennio Morricone, John Williams, Pietro Mascagni, Gioacchino Rossini, Johann Strauss figlio, Giuseppe Verdi e molti altri ancora.

L’apertura sarà appannaggio dei solisti del Puccini e la sua Lucca Festival, con i soprani Bianca Barsanti, Fabiola Formiga e Silvana Froli, insieme al tenore Mattia Nebbiai, accompagnati al pianoforte dal maestro Diego Fiorini, che presenteranno una selezione di arie pucciniane e non, tratte dal repertorio lirico.

Dalle 22,30 fino alle 23,30 sarà poi la volta della Osmann Gold Swing Orchestra, grande formazione che si muove sullo stile swing di Benny Goodman e Glenn Miller, composta da alcuni dei più importanti musicisti swing, jazz e classici operanti in Toscana. Il repertorio sarà quello americano anni 30, 40 e 50, con un occhio di riguardo alle colonne sonore e soprattutto alle grandi melodie di Glenn Miller, che resero celebre il genere dello swing proprio dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Dalle 23.30 alle 23.55 sui megaschermi apparirà una concerto che il Puccini e la sua Lucca Festival, sotto la bacchetta di Andrea Colombini, ha appena realizzato a Vienna nella Sala d’Oro degli Amici della Musica davanti a duemila spettatori. Poi il clou, a mezzanotte, con l’Orchestra Filarmonica di Lucca, e la partecipazione straordinaria del Cornamusiere del Primo Battaglione delle Guardie Scozzesi da Buckingham Palace. La magia delle indimenticabili colonne sonore dei grandi film – da La vita è bella a Star Wars, da Et, a Harry Potter, Indiana Jones, Superman, Lo squalo, Il padrino, Camera con vista, Barry Lyndon, Nato il 4 luglio – metterà il sigillo a questa gran serata di gala classica sì, ma non troppo. 
 
Si balla e si degustano i piatti della buona tavola al Caffè delle Mura dove ad attendere gli ospiti il 31 ci sarà il ritmo trascinante e la grande simpatia di Dj Cioni. La festa qui è «Dinner Party» con lo chef Giuseppe Garelli che propone un menù a base di pesce accompagnato da una selezione di ottimi vini e champagne. Da 90 a 120 euro: a far la differenza sarà la carta dei vini.