Lucca, 10 settembre 2017 - I carabinieri di Lucca hanno arrestato un marocchino di 16 anni colpito da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale per i minorenni di Firenze: è accusato di furto e rapina. Il giovane straniero, con numerosi precedenti di polizia sia pure ancora minorenne, si è reso responsabile nei mesi scorsi, a Lucca, di due distinti episodi di rapina ai danni di altrettanti minori del posto, rispettivamente sottraendo loro la paghetta in un caso e il telefono cellulare nell'altro episodio. Per garantirsi l'impunità ha poi nuovamente avvicinato le vittime nei giorni successivi, minacciando ulteriori vessazioni se si fossero rivolti alle forze di polizia. In un'altra circostanza, il ragazzo marocchino aveva rubato nel centro storico di Lucca la bicicletta di un italiano momentaneamente lasciata incustodita. Il 16/enne è stato identificato dai carabinieri al termine di una minuziosa attività, grazie alle telecamere collocate nel centro storico e alle dichiarazioni di alcuni testimoni. A seguito dell'arresto il marocchino è stato associato all'istituto penale per i minorenni di Bologna dove si trova ora detenuto.