Questo pazzo
pazzo mondo

A cura di
Matteo Leonelli
Single in the city
Fai il test
psicologico,
scopri te stesso
e incontra
single realmente
affini a te!
25/04/2007 18:49
CRIMINALITA'

Rapinatore...gentleman
Colpo all'ufficio postale

Armato di pistola, ma senza gridare né picchiare,  l'uomo si è fatto consegnare oltre 15mila euro 

Lucca, 25 aprile 2007 - Rapinatore  solitario in azione ieri mattina alle Poste di Pontetetto.

 

Poco dopo mezzogiorno, infatti, un uomo con il volto travisato da un passamontagna e da un casco da motociclisti, ha varcato la soglia dell’ufficio postale di viale San Concordio e, armato di pistola e con grande sicurezza, si è fatto consegnare il denaro da una delle dipendenti. Bottino niente male, oltre 15 mila euro.

 

Le due guardie giurate in servizio presso l’adiacente supermarket quando si sono rese conto del trambusto si sono lanciate all’inseguimento del bandito che era in sella a uno scooter. Quest’ultimo, però, è riuscito a far perdere le proprie tracce.

 

Poco dopo una pattuglia della sezione volanti della questura ha intercettato un individuo su uno scooter che, in base alle descrizioni, poteva essere un possibile sospetto, ma una volta identificato e fatti i dovuti accertamenti, è risultato assolutamente estraneo alla vicenda.

All'interno  degli uffici si trovavano anche diversi clienti una delle quali ha voluto raccontare i momenti immediatamente precedenti e successivi alla rapina: "Erano le 12,10 e stavo aspettando il mio turno. Mi trovavo in attesa alle poste di Pontetetto perché l’impiegata era andata a prendere la corrispondenza. Non sapendo cosa fare mi sono guardata intorno e ho visto entrare una persona con un passamontagna sul volto e il casco sopra. Si vedevano solo gli occhi e la bocca. Non ha detto alcunché ed è entrato tranquillo come se fosse un cliente. Si è avvicinato allo sportello accanto al mio e ha tirato fuori una pistola e l’ha appoggiata al vetro. 'Dammi tutto' ha detto. L’impiegata gli ha passato i soldi attraverso il vetro. Lui non guardava quello che stava accadendo intorno, così io sono uscita piano piano e, una volta fuori, ho avvisato il 113. Mentre stavo telefonando, evidentemente, il rapinatore è uscito e si è allontanato. Sono tornata a vedere che cosa era accaduto e ho sentito delle grida perché l’impiegata si era sentita male. Gli altri non si erano accorti di nulla".

 

Negativo, almeno fino ad ora, l’esito delle indagini.

Al. Gra. - An. Ama.

 

TANGO POR LA VIDA

Il 5 maggio al centro turistico internazionale a Castelvecchio Pascoli, a Barga, dalle 22 uno spettacolo di tango con i migliori artisti argentini. Il ricavato andrà a favore della costruzione dell'ospedale 'Sagrado Corazon de Jesus' nella provincia argentina di Entre Rios