Livorno, 16 febbraio 2017 - In occasione della 17esima edizione della Giornata di Raccolta del Farmaco promossa dal Banco Famaceutico svoltasi sabato scorso, 11 febbraio, sono state donate a Livorno 2160 confezioni di farmaci (da banco) con un aumento dell’11,2% in più rispetto allo scorso anno. “Un dato molto confortante – tiene a sottolineare l’assessore al sociale Ina Dhimgjini- che se da un lato ci fa riflettere purtroppo per l’aumento di anno in anno delle persone che si trovano in situazione di indigenza e di povertà sanitaria, dall’altro esprime la solidarietà e la generosità di tanti livornesi nei confronti di chi ha bisogno. Donando poco o tanto a seconda delle possibilità, numerosi cittadini hanno voluto infatti fare la propria parte e contribuire al successo di questa Giornata Nazionale che sosteniamo con forza”.

In città, sabato scorso, nelle 23 farmacie coinvolte e aderenti alla Giornata si sono mobilitati oltre 200 volontari per rispondere al bisogno farmaceutico di 19 enti assistenziali che operano nella realtà locale. A livello nazionale il Banco Farmaceutico (Fondazione Onlus) comunica che durante Durante la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco sono state raccolte oltre 370.000 confezioni di farmaci, contro le 353.801 dell’edizione 2016 ( +4,6%). Con questi medicinali saranno aiutate più di 578.000 persone(+3,7% rispetto ai 557.000 del 2016) assistite da 1.723 enti caritativi convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus (+3,6% rispetto ai 1.663). All’iniziativa hanno aderito 3.850 farmacie (+4,6% rispetto alle 3.681 del 2016). In occasione della GRF, i farmacisti hanno donato 590.550 euro.

La realizzazione è stata possibile grazie al supporto di più di 14.000 volontari. Gli enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus hanno espresso un bisogno pari a 1.035.925 farmaci. Con i medicinali raccolti durante la GRF 2017 sarà possibile rispondere al 36% di tale fabbisogno. E’ stato fatto molto, ma molto resta ancora da fare. Il Banco Farmaceutico comunica inoltre che è possibile continuare a donare per far fronte alle necessità degli enti. Banco Farmaceutico opera tutto l’anno attraverso le seguenti attività: DOLINE – E’ un’applicazione realizzata in collaborazione con la Fondazione Tim. Consente di rispondere in maniera immediata alle esigenze dei bisognosi, donando farmaci da Tablet o Smartphone. Si può scaricare dal sito doline.it, da iTunes, Google Play o Windows Store. DONAZIONI AZIENDALI - Gran parte delle richieste degli enti assistenziali riguarda farmaci con obbligo di prescrizione medica.

Per rispondere a tale domanda Banco Farmaceutico collabora con una trentina di aziende farmaceutiche. RECUPERO FARMACI VALIDI - All’interno delle farmacie che aderiscono all’iniziativa sono posizionati appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui è possibile – con l’assistenza del farmacista - donare i medicinali di cui non si ha più bisogno. Dal 2013 ad oggi, sono stati raccolti oltre 270.000 farmaci, per un controvalore commerciale superiore a 3,5 milioni di euro (per info visita http://www.bancofarmaceutico.org/default.asp?id=377). E’ possibile infine sostenere le attività di Banco Farmaceutico attraverso donazioni con PayPall dal sito internet di Banco Farmaceutico (http://www.bancofarmaceutico.org/default.asp?id=448).