Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

Livorno e l'ordine pubblico: per il sindaco Cosimi non c'è bisogno di scorta

Vertice con il prefetto. Forti dubbi sull'attendibilità delle minacce

Il sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi
Il sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi

Livorno, 24 giugno 2013 - Stamani il prefetto di Livorno, Costantino, ha presieduto un coordinamento delle forze di polizia con la presenza del sindaco Alessandro Cosimi e del vicesindaco Bruno Picchi.

La riunione è stata fissata all'indomani della lettera con minacce di morte firmata dalle Brigate Rosse e intercettata dalla Questura di Pisa al centro di smistamento delle Poste.

E' stato deciso di non dare al primo cittadino una scorta, dato che sull'attendibilità della lettera di minacce _ allegata a un articolo di giornale sulla realizzazione del nuovo ospedale _ sono stati sollevati forti dubbi.

Il consiglio comunale convocato per il 26 giugno mantiene l'orario delle 18,45.

Condividi l'articolo
comments powered by Disqus
Offerte su volantino a livorno
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese
  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP