Firenze / Arezzo / Empoli / Grosseto / La Spezia / Livorno / Lucca / Massa Carrara / Montecatini / Pisa / Pontedera / Pistoia / Prato / Sarzana / Siena / Viareggio / Umbria

La rabbia dei lavoratori in mobilità per i conguagli dell'Inps

Negli uffici per riconsegnare i 10 euro di indennità

I lavoratori, sostenuti dalla Cgil, sono poi stati ricevuti dal direttore provinciale dell'Inps, Paolo Licata, che ha provveduto a venire incontro in via eccezionale agli ex dipendenti

La protesta alla direzione provinciale dell'Inps della Spezia (Foto di Frascatore)
La protesta alla direzione provinciale dell'Inps della Spezia (Foto di Frascatore)

La Spezia, 30 gennaio 2013 - Azione di protesta stamattina alla direzione provinciale dell'Inps. Una trentina di persone si sono presentate negli uffici sventolando una banconota da 10 euro, ovvero lo stipendio 'simbolico' concesso dall'istituto di previdenza a seguito dei conguagli effettuati sulle indennità di mobilità e disoccupazione.

I protagonisti erano soprattutto ex dipendenti della Crf e lavoratori stagionali, cui l'indennità di gennaio è stata decimata dai conguagli calcolati dall'Inps.

I lavoratori, sostenuti dalla Cgil, sono poi stati ricevuti dal direttore provinciale dell'Inps, Paolo Licata. Gli ex dipendenti non hanno riconsegnato i dieci euro, ma hanno potuto 'riconquistare' l'indennità perduta, grazie all'opportunità data dall'istituto di previdenza, che ha riaperto, in via del tutto eccezionale, la procedura per l'acquisizione delle detrazioni per l'anno fiscale 2012.

Il segretario della camera del lavoro della Spezia, Lorenzo Cimino, ha spiegato: ''Siamo ovviamente soddisfatti, ma resta comunque il problema politico di un governo che nulla ha fatto per tutelare le fasce più deboli''.

Condividi l'articolo
Offerte su volantino a laspezia
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese
404 - Resource not found
404 – Resource not found