​La Spezia, 20 marzo 2017 – Il pareggio di Brescia ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi spezzini, ma come l’allenatore Mimmo Di Carlo, anche Damian Djokovic, che raggiunge oggi, lunedì, la sala stampa del ‘Ferdeghini’, pensa soprattutto in casa propria, al di là del gol non convalidato a Granoche. “L’arbitro può sbagliare, non era facile da vedere - afferma il centrocampista - . Sicuramente, avremmo potuto fare meglio noi in zona gol, dobbiamo essere più concreti e cattivi, ma la strada è quella giusta per puntare ai playoff, perché diamo vita a tante giocate di qualità, creando sempre pericoli alla porta avversaria”. Lui e Fabbrini sono arrivati a gennaio.

“Io e Diego proveniamo da un calcio diverso, ma ci siamo ambientati bene e personalmente mi sento di ringraziare società, staff  tecnico e compagni”. Ora un finale di stagione interessante. “Affronteremo degli scontri diretti da giocare a viso aperto, contro squadre di alta classifica che metteranno in campo tutta la loro qualità. Ho grande fiducia nel nostro gruppo, credo che possa arrivare in una posizione interessante”. Ora, sabato, affronterete il Cittadella. “Dovremo rimanere concentrati per tutti e 90 i minuti di gioco, non come ci capita a volte, di lasciare gli ultimi quindici minuti agli avversari. Dopo un buon girone di andata, i padovani stanno andando meno forte, ma rimangono un’ottima squadra. Toccherà a noi dare il massimo perché si possa tornare vittoriosi dal ‘Tombolato’”.

ALLENAMENTO - In vista della sfida di sabato, seconda trasferta consecutiva, gli aquilotti di mister Di Carlo si sono ritrovati oggi pomeriggio, lunedì, al centro sportivo di Follo, per un programma in cui, dopo una prima fase di attivazione a secco tra palestra e campo, è arrivato un intenso lavoro tecnico. A seguire, chi ha giocato a Brescia ha sostenuto subito del lavoro fisico con ripetute su varie distanze, per il resto del gruppo, prima della parte atletica, partitella a ranghi misti su metà campo. Hanno ripreso ad allenarsi con i compagni anche Crocchianti e Nenè, mentre Barbato, Okereke e Piu hanno effettuato un lavoro dedicato. Assente Maggiore, aggregato alla Nazionale Under 19 per la fase Elite degli Europei. Per domani, martedì, è in programma una doppia seduta di allenamento a Follo, alle 10.15 e alle 15.

PENALIZZAZIONE - La sezione disciplinare del Tribunale Federale Nazionale ha assegnato tre punti di penalizzazione in classifica per il Pisa, da scontarsi nella stagione sportiva in corso, e un’ammenda di 22 mila euro, a seguito del deferimento della società per inadempienze Covisoc. Il Pisa ora scende a quota 30, terzultimo. Inoltre, Giorgio Lorenzo Petroni, all’epoca dei fatti amministratore unico e legale rappresentante del club, è stato punito con un’inibizione di cinque mesi. Marco Magi