La Spezia, 28 dicembre 2017 -  NOVANTA giorni di tempo in più per il rinnovo annuale dei certificati di esenzione del ticket sanitario. Lo ha deciso la Regione, a pochi giorni dalla scadenza, con un provvedimento che sposta il nuovo termine dal 31 dicembre 2017 al 31 marzo 2018. Tale data peraltro, ha fatto sapere il vice presidente della Regione nonché assessore alla Sanità Sonia Viale, non è un termine perentorio: anche presentandosi agli sportelli dopo quel giorno non si perde alcun diritto, l’importante è che il rinnovo avvenga prima di una richiesta medica. «La proroga – ha spiegato Viale – nasce dalla precisa volontà di andare incontro alle esigenze dei cittadini, nell’ottica della semplificazione delle procedure, in modo da evitare inutili code agli sportelli».

MA QUALI sono le categorie interessate alla proroga? Nel provvedimento rientrano alcune fasce di cittadini tra cui i titolari di pensioni sociali, i disoccupati iscritti negli elenchi del Centro per l’impiego e i titolari di pensione minima. In Liguria sono oltre 70mila i cittadini interessati dall’esenzione ticket - circa 18 mila dei quali iscritti all’Asl spezzina - che consente, a determinate condizioni di reddito, di non pagare visite specialistiche, esami e farmaci. Per tutti coloro che hanno meno di 65 anni, i certificati devono essere rinnovati prima del bisogno sanitario. La scadenza non vale per gli ultra 65enni e per i bambini sotto i sei anni, per i quali Regione ha deciso di prorogare automaticamente la validità dei certificati. A condizioni di reddito invariate, quindi, tali categorie non dovranno recarsi agli sportelli della Asl: il loro certificato di esenzione (identificabile con il codice E01) ha validità illimitata. Le persone titolari di esenzione E02 (disoccupati) in possesso dei requisiti previsti, sono invece tenute al rinnovo dell’esenzione alla sua scadenza annuale.

DALLA REGIONE ricordano anche che se le condizioni di reddito cambiano nel corso dell’anno e viene superato il tetto previsto dalla normativa, non si ha più diritto all’esenzione e bisogna al più presto segnalare la variazione alla propria Asl. Ogni Asl, infatti, effettua i controlli sulla veridicità delle autocertificazioni. In caso di falsa dichiarazione verranno recuperati gli importi non pagati per le prestazioni erogate,anche con l’applicazione di sanzioni amministrative. Quando alle modalità per chiedere l’esenzione del ticket nei casi previsti, la Regione informa che occorre dichiarare la propria posizione compilando il modulo di autocertificazione per esenzione da reddito scaricabile dal sito www.liguriainformasalute.it, dai siti delle Aziende Sanitarie (per la Spezia www.asl5.liguria.it/) e reperibile anche presso gli uffici dell’ Asl o degli ospedali. Il modulo, debitamente compilato e firmato, va quindi consegnato agli uffici preposti della propria Asl o degli ospedali.

Franco Antola