Corniglia, 25 giugno 2017 - Un raggio luminoso nel cielo, anzi due, che si sono intersecati all’improvviso, formando due strisce di fuoco. Shooting stars nel cielo davanti a Corniglia, uno spettacolo naturale di rara bellezza, al quale hanno avuto la fortuna di assistere due turisti degli Stati Uniti, padre e figlio, in vacanza nelle Cinque Terre. E’ successo venerdì sera alle 21,30 quando il cielo, in questi giorni che seguono il solstizio d’estate, era ancora illuminato.

Randall Morris, 24 anni, studente di Beaverton nell’Oregon, assieme al padre Will di 66 anni, avevano finito di cenare ed erano saliti nel bed and breakfast in paese che li ospita. Si stavano rilassando in terrazza, ammirando lo stupendo panorama al crepuscolo del cielo, in parte nuvoloso, che si perde nel mare e Randall, appassionato di fotografia, stava scattando immagini con la sua macchina professionale Nikon. La sua attenzione all’improvviso è stata attirata da quelle due scie luminose e avendo la macchina fotografica in mano, è riuscito ad immortalarle.

Will Morris col figlio Randall

«Lì per lì non mi sono reso conto di cosa fossero – ha detto – ho solo cercato di scattare più fotogrammi possibile. Purtroppo non ce l’ho fatta a riprendere il momento in cui quei due corpi celesti si sono intersecati. Tutto è durato solo pochi secondi».

«Pensavamo fossero solo scie di aerei – ha aggiunto il padre Will – ma erano troppo veloci e luminose. Due bagliori davvero intensi, uno da sinistra verso destra in angolo, l’altro da destra verso sinistra più dritto. Erano molto più di una stella cadente, due vere strisce di fuoco. Io e mio figlio siamo rimasti lì, sul terrazzo, sperando di vedere altri raggi luminosi nel cielo, ma purtroppo l’attesa è stata vana».

Comunque Randall e Will hanno avuto la fortuna di assistere ad un bellissimo spettacolo naturale e lo hanno voluto condividere, mostrando le foto, con La Nazione.

Si è trattato con ogni probabilità di due corpi celesti, forse delle meteoriti o piccoli asteroidi, che hanno reso quel suggestivo effetto visivo a contatto con l’atmosfera terrestre. Può darsi che anche altre persone abbiano visto quelle shooting stars, però non sono riuscite a fotografarle.

Padre e figlio dell’Oregon ricorderanno certamente questo loro primo viaggio in Italia e in particolare le Cinque Terre. «Abbiamo visitato le città d’arte, Roma e Firenze – poi siamo venuti qualche giorno a Corniglia e stasera (ieri per chi legge) dormiremo a Vernazza. Sono luoghi davvero fantastici. Dopo le Cinque Terre, andremo a Venezia». Chissà se anche lì vedranno qualcosa di speciale.