Lerici, 12 ottobre 2017 - Due corpi carbonizzati sono stati rinvenuti all’interno di un’auto nei pressi di una darsena al confine tra il territorio di Lerici e quello di Ameglia. Sul posto, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco che hanno transennato l’area. Sono stati proprio i vigili del fuoco a ricevere la telefonata di segnalazione di un'auto in fiamme.

L'auto è una Cinquecento e i due corpi sono stati ritrovati accanto. Per i rilievi c'è il nucleo Scientifico dei carabinieri. L'indagine è coordinata dal sostituto procuratore Luca Monterverde. Le due persone potrebbero essere due coniugi settantenni residenti a Sarzana.

Lo si apprende da fonti investigative dell'Arma. Proprio questa mattina, il figlio si era recato alla caserma di Sarzana per denunciare la scomparsa della madre e del padre, al quale è intestata l'auto, una Fiat 500 bruciata nel rogo. Solo l'esame autoptico, commissionato dal sostituto procuratore, darà certezze sull'identità della coppia. Accanto ai cadaveri carbonizzati della coppia gli investigatori hanno trovato anche i resti del cane della coppia. Questo particolare, secondo gli investigatori, farebbe pensare ad un gesto estremo. Il medico legale esclude che sui due corpi possano esserci colpi di arma da fuoco.