La Spezia, 10 giugno 2017 - Fine dell’anno scolastico decisamente movimentata, ieri mattina, all’Istituto tecnico commerciale e tecnologico ‘Fossati-Da Passano’ della Spezia.

Protagoniste due ragazze di 16 anni che hanno dato in escandescenza durante i giochi organizzati per festeggiare l’ultimo giorno di scuola. Hanno risposto in malo modo, con frasi irripetibili, alle insegnanti che cercavano di ricondurle alla calma, poi dalle parole sono passate anche ai fatti. E quando alla fine è intervenuta la polizia, se la sono presa persino con gli agenti, aggredendoli con calci, pugni e graffi.

Solo dopo essere state accompagnate in questura, alla presenza dei genitori, si sono calmate, ma ormai era tardi. Sono state denunciate per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltraggio a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, danneggiamento e lesioni.

Il tutto è avvenuto mentre alcuni studenti erano impegnati in una partita di calcetto e gli altri seguivano sugli spalti. Tra questi c’erano anche le due sedicenni, che hanno iniziato a comportarsi in modo poco consono ad un ambiente scolastico. Non è chiaro quale sia stata la causa scatenante, di sicuro non si tratta della contesa per un ragazzo, anche perché le due giovani si sono trovate schierate dalla stessa partee.

Dopo varie intemperanze per le quali sono state più volte richiamate dai professori, all’ennesimo richiamo hanno cominciato ad inveire all’indirizzo degli insegnanti, con insulti molto pesanti agli occhi di tutti gli altri studenti. «Pu...na» hanno pronunciato all’indirizzo di una professoressa, «Fatti i c...i tuoi» invece la frase rivolta ad un’altra.

A quel punto sono intervenuti i poliziotti di quartiere, che fin dalla mattina erano stati impiegati nel servizio di ordine pubblico specifico alla scuola. E’ stato chiesto anche l’intervento di una pattuglia della squadra volante. Gli agenti hanno cercato di riportare alla calma le due ragazze, ma si è rivelata un’impresa improba. Le due adolescenti, per tutta risposta, hanno insultato anche i poliziotti. Non contente, li hanno pure aggrediti graffiandoli e colpendoli con calci e pugni.

I cinque poliziotti, visibilmente sorpresi, non sapevano come comportarsi. Visto che si trattava di due ragazze, hanno cercato di contenerle senza usare la forza, ma così facendo hanno subìto la violenza da parte di queste due giovani, riportando lesioni per fortuna lievi.

Con difficoltà, i poliziotti sono riusciti a portarle in questura insieme ai rispettivi genitori. Durante il tragitto, le due terribili sedicenni hanno danneggiato anche l’interno dell’auto della polizia. La denuncia infatti, oltre che per resistenza, violenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale, è stata anche per interruzione di pubblico servizio e danneggiamento.