La Spezia, 26 gennaio 2017 – Alla vigilia della sfida di Carpi, nella seconda giornata di ritorno in programma domani (sabato), lo Spezia si ritrova senza Alberto Gilardino, che si è fermato stamattina durante la rifinitura per un guaio muscolare. “Gli esami strumentali ci diranno qualcosa di più”, afferma oggi, venerdì, il mister Fabio Gallo. Poi, il tecnico si sofferma sui due ultimi arrivati. “Mora e De Francesco hanno aiutato la squadra a crescere dal punto di vista qualitativo, ma gli obiettivi restano sempre i soliti, ovvero in primis l’ottenimento della salvezza, soltanto poi parleremo di altro. L’importante sarà non perdere l’umiltà”. Poi, conclude parlando dell’avversario di turno. “Quella emiliana è una squadra solida ed organizzata, non sarà una gara semplice. In questo match l’aspetto fisico sarà determinante, dunque occorrerà rimanere concentrati e sfruttare al meglio le occasioni che arriveranno. Siamo però consapevoli della nostra crescita e già contro la capolista Palermo l’abbiamo dimostrato”.

L’AVVERSARIO Il Carpi vanta, si fa per dire, l’attacco più anemico di tutta la Serie B. Soltanto 18 le reti realizzate in 22 giornate, però, nonostante questo score, gli emiliani sono decimi (a pari merito con Venezia e Salernitana), due punti sotto lo Spezia (31 a 29).  I biancorossi hanno segnato 8 dei loro 18 gol nei primi quindici minuti di gara, record del torneo condiviso con Empoli e Palermo. Il Carpi, comunque, non segna da 257: l’ultimo sigillo è di Verna al 13’ di Cittadella-Carpi 0-1 del 21 dicembre scorso; poi si contano i residui 770 di quella partita e le intere contro Bari (0-0 in casa) e Novara (0-1 al Piola). Gli emiliani inoltre, così come Empoli ed Ascoli, non hanno mai subìto un’espulsione a favor, mentre lo Spezia è una delle sei compagini che subìto meno espulsioni (una) come Bari, Cittadella, Foggia, Empoli ed Entella.

I CONVOCATI Francesco Bolzoni regolarmente in gruppo dove rientra anche Alberto Masi, mentre arriva la prima convocazione per Luca Mora e Alberto De Francesco. Questo il dettaglio: Di Gennaro, Bassi e Manfredini (portieri), Lopez, Capelli, Giani, Ceccaroni, Augello, Corbo, Terzi, De Col e Masi (difensori), Bolzoni, Juande, Mora, De Francesco, Pessina e Maggiore (centrocampisti), Forte, Palladino, Mastinu, Granoche e Marilungo. Bolzoni e Lopez sono diffidati, non ci sono squalificati.

ARBITRO A dirigere la sfida del ‘Cabassi’ di domani, sabato alle 15, sarà Antonio Giua della sezione di Olbia.  Abita a Pisa ed è quest'anno esordiente in Serie B, l'arbitro nato l'11 marzo del 1988 a Sassari. Tra le 9 gare stagionali, anche Salernitana-Spezia 2-0 del 23 settembre. Con Giua, a Carpi, gli assistenti Alessandro Cipressa di Lecce e Marco Scatragli di Arezzo; quarto uomo Davide Curti di Milano.

Marco Magi