Grosseto, 23 agosto 2017 - Secondo posto e medaglia d'argento per l'Italia all'European Match Racing Championship che si è svolto a Swinoujscie. La squadra italiana, rappresentata dal Circolo Nautico e della Vela Argentario, costituita da Ettore Botticini, Simone Busonero, Lorenzo Gennari e Filippo Ambrogetti, conquista il secondo posto in Polonia nel Campionato Europeo Giovanile di match race dell’Eurosaf e conferma le potenzialità dei ragazzi dopo l’argento mondiale.

Si è svolto infatti nelle acque del Mar Baltico in Polonia l’edizione Eurosaf, la federazione europea di vela, il campionato europeo giovanile della specialità di match race, organizzato in collaborazione con il Polish Match Tour che ha visto partecipare dodici delle migliori squadre continentali. L’Italia, rappresentata dal circolo dell'Argentario, dopo essere entrata in semifinale, insieme a due squadre francesi ed una polacca, ed aver dominato contro il team francese di Victor Migraine, è approdata in finale contro il fortissimo francese Robin Follin, numero 18 della ranking list mondiale.

I ragazzi argentarini sono partiti bene, infliggendo subito una penalità e conquistando la prima regata, ma nei match successivi la classe francese e l’esperienza ha avuto la meglio, complice anche qualche problema tecnico a bordo della barca italiana. Si chiude quindi con un 3-1 che sa di amaro, ma anche di tanto lavoro da mettere in campo per crescere ulteriormente in classifica per salire ancora dopo l’attuale ventiduesimo posto della ranking ottenuto grazie all’argento mondiale di Los Angeles. Nonostante tutto il Circolo Nautico e della Vela Argentario porta a casa un secondo posto, battendo timonieri con più esperienza nel match race, ma anche con la consapevolezza che i ragazzi toscani possono ben figurare a livello mondiale. Unica vera certezza è che con i punti guadagnati dall’inizio dell’anno Ettore Botticini è il primo tra gli italiani nella classifica mondiale e quindi una delle promesse continentali più importanti. “Siamo molto soddisfatti di come i ragazzi si siano comportati anche nel Campionato Europeo Eurosaf – dichiara Benedetta Iovane, consigliere delegato all’attività agonistica – mi piace ricordare che Ettore, Simone, Lorenzo e Filippo sono tutti di origine dell’Argentario, il che vuol dire che la nostra politica di sostegno degli atleti locali sta portando i suoi frutti. Un argento mondiale e uno europeo sono un ottimo viatico per migliorarci il prossimo anno”.