Grosseto, 12 novembre 2017 - Bilancio più che positivo per la chiusura del Campionato maremmano estivo, un’iniziativa che ha visto ad ogni concorso la partecipazione di un centinaio di binomi proventi dai centri ippici di Grosseto, ma anche da alcuni di Siena. Presso il C.M. Equitazione ad Albinia c’è stata la finalissima che ha proclamato i campioni di questo tour estivo di salto ostacoli e dressage. Una bella giornata che ha visto all’opera un affiatato team. Show director Matteo Manciati, direttore di campo Giuseppe Ramirez, segreteria Katia Bodecchi, veterinario Sofia Stillitano, maniscalco Miriano Manciati. In giuria Stefania Buonamici (presidente), Cesare Calvani, David Maria Vensi, Emi Cerrato Ferro. “Siamo soddisfatti di questo campionato estivo – dice Michela Manciati del C.M. Equitazione – c’è stata una grande partecipazione e tanto entusiasmo. Un’iniziativa da ripetere sicuramente anche il prossimo anno. Presto ci incontreremo anche con gli altri centri ippici dei Grosseto e decideremo se fare un nuovo campionato estivo ed uno invernale o se unire il tutto in un unico Campionato Maremmano che vada avanti praticamente per tutto l’anno.” Parole positive per questa iniziativa anche dal delegato tecnico della Toscana Giuseppe Ramirez, che ne ha seguito tutte le tappe: “Bel campionato con tanti binomi in gara e molto entusiasmo soprattutto da parte dei giovanissimi.” Grande attenzione anche da parte del presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia per questo campionato: “Circuito importante per la Toscana – ha detto – Questo campionato maremmano in due/tre anni ha registrato un’importante crescita numerica, ma anche qualitativa. La provincia di Grosseto è un’importante punto di riferimento per la Toscana con l’aumento dei tesserati e nascita di nuovi centri ippici. Grande attenzione dunque del Comitato Fise Toscana per supportare le iniziative che verranno organizzate dai centri di Grosseto e zone limitrofe. Complimenti alle associazioni che hanno dato vita ad un bel campionato pervaso da grande spirito agonistico e tanta passione.”