Grosseto, 11 settembre 2017 - Salita, pioggia e grandine sui caschetti dei corridori, una volata mozzafiato e contestata. Questi gli ingredienti del Trofeo dello Scalatore, l’ormai classica corsa ciclistica amatoriale ospitata dal Settembre Roccastradino che nell’edizione 2017 incorona Nicola Roggiolani, Asd Ciclistica Senese. Proprio davanti al palazzo comunale di Roccastrada una trentina di amatori delle due ruote, sfidando il cielo plumbeo e il giorno infrasettimanale, si sono ritrovati per il via alla gara dato puntuale alle 16,15. Bastano una manciata di chilometri di gara per spezzare il gruppo e creare la fuga che deciderà la corsa. Intorno alla Castellaccia sono già in otto davanti: con Roggiolani ci sono Francesco Cipolletta, Team Procycling Promotech, Iuri Pizzi del Team Stefan e Luca Sartori del Vivaio Le Querce, Alessio Minelli del Team Marathon Bike, Gianluca Colicci della Ciclistica Senese, Riccardo Fabianelli dell’Himod Bike 4Elements e Maurizio Innocenti, Vivaio Le Querce: arriveranno in quest’ordine al traguardo, dopo altri cinquanta chilometri resi massacranti dalla pioggia battente caduta praticamente lungo tutto il percorso. La prima salita, quella che porta da Ribolla al bivio di Montemassi, non sgretola il gruppetto, così tutto viene rimandato all’ascesa finale, da Sticciano a Roccastrada. Nei 200 metri finali, dalla rotonda al municipio di Roccastrada, Roggiolani e Cipolletta partono praticamente appaiati, Roggiolani si sposta sulla destra e Cipolletta alza le mani invocando l’intervento dei giudici che però non arriverà lasciando immutate le prime due posizioni. Subito dietro c’è Iuri Pizzi