Grosseto, 27 ottobre 2017 - Il Gavorrano pesca ancora dal mercato degli svincolati. Dopo Finazzi e Vitiello il club del presidente Balloni ha messo sotto contratto anche Matteo Merini. L'attaccante classe '88, romano, ma con un passato in serie C nelle formazioni toscane (Pistoiese, Carrarese, Sangiovannese), ha firmato con i rossoblù. Merini è reduce da una stagione al Santarcangelo dove ha messo a segno cinque reti in ventisei presenze in serie C. Una stagione in cui ha svolto il ruolo di riserva, entrando spesso dalla panchina, ma trovando 5 volte la via del gol. Ieri Merini ha firmato il contratto che lo legherà al Gavorrano fino al termine della stagione e ha subito svolto il primo allenamento agli ordini di Favarin. Merini è un giocatore possente, che può portare fisicità ma anche esperienza ad una squadra che in attacco ha diversi giocatori offensivi, ma che fatica a fare gol.

Merini può vantare 188 presenze in serie C e 47 reti; un curriculum di tutto rispetto per un giocatore che alla soglia dei 30 anni si appresta a dare una mano alla truppa di Favarin che domenica sfiderà il Pontedera per l'ennesima gara di campionato che vale la salvezza. A livello di punti il Pontedera ha due lunghezze in più dei maremmani, ed è reduce da 4 punti – come il team di Favarin – nelle ultime due giornate. Il tecnico del Gavorrano ieri ha fatto svolgere alle 14.30 una seduta tecnico tattica dopo due giorni di doppie sedute al Malservisi-Matteini. Favarin sta studiando contromosse al Pontedera. La formazione amaranto gioca con un 3-5-2, che in casa può diventare però un 3-4-2-1. Più o meno lo stesso modulo di gioco del Gavorrano. In attesa di capire le condizioni di Merini, Favarin ha ritrovato Vitiello dopo la squalifica e potrà contare anche su Bruni e Matteo. Difficile però che il tecnico cambi qualcosa, visto come nelle ultime due settimane la squadra ha ottenuto 4 punti. Salvalaggio dovrebbe essere il portiere titolare, Cretella, Salvadori e Ropolo formeranno la difesa, con Papini, Vitiello, Finazzi, Conti e Gemignani sulla linea mediana. Brega e Malotti si candidano ad essere i due attaccanti. Lombardi in dubbio quindi, anche per via degli under che limitano in alcuni casi le scelte dell'allenatore.