Grosseto, 12 gennaio 2018 - Samuele Salvadori e Riccardo Cretella sono fuori rosa. I due difensori sono infatti sul mercato e non rientrano più nei piani del tecnico Giancarlo Favarin. Da ieri i due giocatori si allenano a parte, in vista di una probabile rescissione del contratto, per poi firmare con un'altra squadra. Decisione dura e diretta della società che, in accordo col proprio tecnico, vuole voltare subito pagina per farsi trovare pronta alla ripresa del campionato. L'allenatore pisano in questi giorni senza partite ha analizzato i reparti dove intervenire e valutato quali giocatori possono essere utili alla causa dei maremmani, e chi no. La scelta di mettere fuori due giocatori come Salvadori e Cretella è comunque una decisione forte, visto che il primo è il capitano della squadra, mentre il secondo è a Gavorrano da sette stagioni. Salvadori in questa prima metà di campionato ha però palesato alcuni limiti dovuti alla categoria. Un conto è fare la serie D, un conto è confrontarsi coi professionisti della C. Baluardo della difesa con Bonuccelli (58 presenze e 3 reti in serie D neglle due passate stagioni), non è mai apparso solido in questa stagione, anche se è stato suo il gol vittoria contro la Lucchese che aveva portato i primi tre punti in casa Gavorrano. Per la difesa a quattro voluta da Favarin però Salvadori non è un giocatore adatto, e quindi è sul mercato. Stesso discorso per Cretella, difensore con Favarin, mediano con Bonuccelli. Il grossetano, classe 1994, da sette stagioni a Gavorrano, è stato messo alla porta dopo una serie di prestazioni sottotono soprattutto nell'ultimo periodo. Bonuccelli lo vedeva centrocampista, mentre Favarin l'ha impiegato spesso in fase difensiva. Per lui la decisione della società è stata un fulmine a ciel sereno. Intanto la società, dopo Luciani, ha fatto suo un altro difensore. Si tratta del savonese Loris Damonte, difensore del 1990 che arriva dalla Sambenedettese a titolo definitivo. Difensore esperto, Damonte, è un giocatore solido e fisico che ha un curriculum di tutto rispetto tra serie B e serie C. Nella serie Cadetta infatti ha giocato tre stagioni di fila col Varese mettendo insieme 71 presenze e poi virando verso Messina, Pistoiese e Sambenedettese (due stagioni e mezzo in C). Per lui ora si apre la parentesi Gavorrano.