Grosseto, 27 agosto 2017 - La “prima” allo Zecchini il 10 settembre contro il San Gimignano. Poi la trasferta sul campo della Larcianese e Marina La Portuale ancora in casa. Non sarà un avvio di campionato semplice per il Grifone che torna a giocare in Eccellenza a distanza di decenni. Un ritorno nei campi di provincia per il Grosseto di Consonni che parte con i favori del pronostico nel girone A di Eccellenza, ma che dovrà sudarsi sul campo titoli e riconoscimenti. “La partenza non sarà delle più semplici – spiega Luigi Consonni alla luce del calendario del girone -. Partiamo in casa contro il San Gimignano, che è una squadra che lo scorso anno ha fatto i playoff. Un team organizzato, bello tosto. Sarà uno stimolo per noi esordire subito davanti ai nostri tifosi”. Girone di ferro, come fu lo scorso anno per il Roselle, con i biancorossi che termineranno poi la stagione regolare il 15 aprile sul campo del Gambassi. “Ci sarà da stare attenti al Piombino – precisa il tecnico biancorosso -, che lo scorso anno ha fatto un campionato strepitoso e che abbiamo battuto in finale playoff. Mi intrigano poi Fucecchio e San Miniato, due neo promosse che hanno preso giocatori importanti. Il Fucecchio ha un tecnico preparato come Ghizzani (ex Grifone) e il San Miniato ha preso un bomber come Granito. Poi, il Poggibonsi di Bifini è una piazza importante che come noi vuol ripartite, mentre occhio al Cuoiopelli del mio amico Andrea Cipolli”. Piazza, ambizioni, abbonamenti in aumento e passato storico. Il Grosseto parte in pole position. “Non c'è dubbio – precisa Consonni -, che col ritrovato entusiasmo vogliamo fare bene e tutti ci danno favoriti. Ma contro di noi tutti giocheranno come fosse una finale mondiale. Per noi saranno quindi 30 finali”.