Grosseto, 29 settembre 2017 - La Viterbese vuol ripartire, il Gavorrano vuole invece iniziare la propria avventura in serie C. La sfida di domenica sera, sesta giornata di campionato, oppone due formazine reduci da altrettante sconfitte. Se per la Viterbese la classifica non può dirsi di certo deficitaria, per il Gavorrano gli zero punti in classifica sono un'onta da cancellare il prima possibile. Vitaliano Bonuccelli ha fatto lavorare sodo la sua formazione in questa settimana, cercando di far digerire la sconfitta col Prato, sgomberando la mente dei suoi giocatori dal malumore, e provando una inedita difesa. Le assenze infatti sono pesanti, e costringeranno Bonuccelli a stravolgere il suo undici titolare.

Fuori Matteo e Bruni per infortunio, anche Tissone sarà appiedato per due turni. In difesa quindi, su tre pedine, ce ne sono solo due sicure di scendere in campo. Capitan Salvadori al centro del reparto ed il giovane Borghini, finora utilizzato poco, sul centrodestra. Per sostituire Bruni, il tecnico del Gavorrano sta valutando se impiegare Ropolo e Gemignani. Nessun cambiamento di modulo quindi, con la difesa a quattro che non è stata neanche presa in considerazione. Il Gavorrano anche con la Viterbese giocherà col 3-4-2-1, con uno tra Ropolo o Gemignani che verranno spostati in difesa. Un ruolo che volendo avrebbe potuto ricoprire anche Cretella, ma l'assenza a centrocampo di Marianeschi impone di non operare stravolgimenti. Scelte obbligate quindi per i minerari che domenica sera allo Zecchini se la vedranno contro la formazione di Valerio Bertotto, reduce da due settimane tutt'altro che positive. Ed in questi giorni si è fatto sentire anche Piero Camilli, patron dei viterbesi, che come al solito non le ha mandate a dire. “Voglio vedere una squadra più quadrata e coperta – ha detto -. Dobbiamo immediatamente cambiare registro. Non voglio che la squadra si scopra e corra dei rischi inutili per la smania di andare sempre avanti”. Viterbese troppo offensiva, che si è spesso esposta al contropiede avversario. Ciò aveva portato a troppe reti subite nelle ultime due partite. Gavorrano che dovrà quindi provare a sfruttare le ripartenze, con Malotti (che dovrebbe giocare a sinistra), Lombardi e Mosti pronti a verticalizzare per fare male all'avversario e cercare di cogliere i primi punti di una stagione iniziata nel peggiore dei modi.