Grosseto, 2 dicembre 2017 - Le spalle larghe le ha. La personalità per caricarsi la squadra anche. Cristian Brega, attaccante del Gavorrano, è l'appiglio a cui spera di potersi aggrappare domani Giancarlo Favarin nella durissima trasferta del Gavorrano sul campo dell'Alessandria. La formazione piemontese infatti, costruita per vincere il campionato, ad oggi è in piena corsa salvezza, nonostante una rosa da serie B. una serie di vicissitudini hanno fatto sì che il team grigio si trovi a lottare per non retrocedere, dopo due cambi di allenatore, ed una rosa con giocatori come Agazzi, Sestu, Gonzales, Giosa, Nicco ed altri. Il Gavorrano invece dovrà fare affidamento sul rientro di bomber Brega, al rientro dopo un mese di stop. “Stare fuori – spiega Brega -, è sempre dura. Avevo voglia di giocare, sto provando a migliorare la mia condizione fisica”. Una tacchettata sul polpaccio gli aveva creato una lesione importante che lo ha tenuto fermo ai box fino a domenica, quando Favarin, nel finale col la Pro Piacenza, l'ha rimesso in campo. Qualche minuto per cercare un gol che poi non è arrivato. Ma Brega appare oggi l'unico attaccante in rosa in grado di fare la differenza. Giocatore che sa trovare la porta, cattivo in area di rigore, ma anche fuori, è lui l'uomo che può portare alla salvezza questo Gavorrano. Magari già a partire dalla sfida con l'Alessandria. “Quella di Alessandria – racconta l'attaccante – è una partita difficile, come difficili sono tutte le gare di questo torneo. Quella di domenica (domani ndr) lo sarà ancora di più, perché troviamo una squadra che in classifica non è messa bene, e ciò è inspiegabile vista la rosa che hanno. Il cambio di allenatore può portargli una svolta. Domenica in campionato hanno perso, ma poi hanno vinto in Coppa Italia 4-0 a Piacenza. Ci aspetta una gara difficile, dovremmo interpretarla nel migliore dei modi”. Gavorrano che è chiamato ad un'impresa in Piemonte, soprattutto dopo la brutta figura con la sconfitta casalinga col Pro Piacenza. “Arriviamo da un ko pesante – ammette Brega -, contro una diretta concorrente. In settimana abbiamo lavorato per essere pronti a questa sfida. Loro sono un team esperto, con giocatori importanti. Sono destinati a risalire la classifica, sono forti”. Brega che potrebbe partire titolare domani sul campo dell'Alessandria. “Non so se ho i novanta minuti nelle gambe – precisa -, sto lavorando per trovare la giusta condizione. Mi mancava la gara, ma ora mi sento pronto”.