Grosseto, 25 ottobre 2017 - Tre punti che lo hanno fatto rilassare almeno per qualche giorno. Tre punti da cui ripartire, e che di fatto evitano di correre sul mercato di riparazione. La vittoria casalinga contro la Lucchese in casa Gavorrano è servita alla squadra per rianimarsi, ma anche alla società per capire che non c'è poi tutta questa necessità di “fiondarsi” sul mercato degli svincolati.

Gli arrivi di Finazzi e Vitiello infatti hanno riportato il Gavorrano a galla, con 4 punti nelle ultime due gare che consentono ai minerari di respirare, ed al direttore sportivo Vetrini di evitare di spendere altri soldi nel mercato. Sì perché, se prima delle ultime due gare, in casa Gavorrano era partita una corsa al rinforzo, con Favarin ed i due nuovi acquisti il Gavorrano adesso ha ritrovato quell'entusiasmo che può servire per disputare dignitosamente il campionato. Saltato l'arrivo – per ora – di Baldanzeddu, il dg Vetrini è però sempre vigile sul mercato nel caso ci fosse un'occasione. “In settimana è saltato l’ingaggio di un giocatore come Baldanzeddu – precisa Vetrini -. Purtroppo in questa situazione serve che la scintilla ci sia per giocatori di quella tipologia: ossia di un passato importante come Baldanzeddu, con una certa carriera. Non ci possiamo permettere di tirarla per le lunghe. Avevamo fatto tutto con lui,ma poi non era del tutto convinto e ci siamo fermati.

In questo momento se un giocatore non è convinto non ci serve, dobbiamo trovare figure come Vitiello e Finazzi, che hanno accettato subito di venire”. Due giocatori che oltre alla qualità hanno anche portato personalità. “Siamo vigili sul mercato comunque – aggiunge il direttore generale -. La stessa squadra che 15 giorni fa le prendeva quattro o cinque oggi è diversa. Avendo fatto io la squadra non ritenevo che fosse così e infatti ora i risultati mi danno ragione. Con la Lucchese Vitiello non ha giocato e la stessa squadra che prima ne prendeva diversi da oggi ci sta dimostrano che può stare in categoria e ottiene risultati, questo ci permette di guardare al mercato con occhi diversi".