Grosseto, 8 dicembre 2017 - Rialzare la testa. E' questo il diktat in casa Gavorrano dopo l'allenamento di ieri allo stadio Zecchini. La formazione di Giancarlo Favarin ieri ha “testato” il manto erboso dello stadio grossetano in vista del match casalingo di domenica contro la Giana Erminio. Dopo due ko consecutivi in casa rossoblù regna il malumore, ma la voglia di rifarsi è tanta. “Domenica mi aspetto una reazione di tutta la squadra – ha detto Filippo Moscati, suonando la carica -. Dopo le ultime due sconfitte dobbiamo reagire. Con la Pro Piacenza abbiamo perso male, mentre con l'Alessandria è andata un po' meglio, ma dovevamo sfruttare sia il vantaggio che la superiorità numerica. Purtroppo non ci siamo riusciti”. Moscati, zitto zitto, si sta ritagliando uno spazio nell'undici titolare della rosa gavorranese, ed anche domenica scorsa è andato in gol. Le sue reti però – 4 finora – non bastano. “Domenica abbiamo l'occasione in casa di fare punti -, dobbiamo risollevarci sia per il morale che per la classifica. Il morale non è alto, ma è normale dopo due sconfitte di fila. Noi lavoriamo al meglio nonostante le assenze”. Sì perché domenica mancheranno Finazzi, Borghini, Merini e probabilmente Papini. “Chi scenderà in campo darà il massimo lo stesso – ha concluso l'attaccante -, non possiamo attaccardi alle assenze. Questa settimana ci siamo allenati al meglio per farci trovare pronti”.